Challah

74views {views}
Print Friendly, PDF & Email

Challah, un pane molto buono morbido e profumato ma non di casa nostra. Questa volta propongo un pane che per il popolo Israeliano è sacro, si prepara per il Sabbath (sabato) e per le feste religiose in genere. Nella normalità vengono fatti a tre o quattro strisce ma per eventi speciali anche a otto. La consistenza assomiglia a quella del nostro pan brioche. Alla ricetta originale del mio libro ho apportato qualche modifica quindi non me ne vogliano ma non sapendo che tipi di farine usano in origine ho usato una parte di manitoba in quanto ha più forza, ritengo che essendo un’ impasto ricco con uova burro ecc.ecc. la farina normale non sia sufficiente per avere un’alveolatura aperta e diventerebbe pesante. Andiamo in cucina a vedere cosa occorre e come fare Challah.

Challah

Challah

Ingredienti:

  • g. 350 di farina 0
  • g. 150 di farina manitoba
  • g. 75 di burro
  • ml. 200 di acqua tiepida
  • g. 20 di lievito di birra fresco (io uso 2 g. e faccio il lievitino)
  • n. 2 cucchiai di zucchero
  • n. 2 uova

Per la copertura:

  • n. 1 tuorlo
  • 15 ml. di acqua
  • semi di papavero a piacere

Procedimento:

  • Con 150 g. di manitoba, 2 g. di lievito di birra e 100 ml. di acqua presa dal totale, impasto tutto e lascio lievitare tutta la notte (se non volete fare il lievitino impastate tutto in una volta ma non sarà la stessa cosa).
  • La mattina successiva setacciare la farina rimasta facendola cadere in una ciotola, aggiungere il sale e mescolare (se si utilizza una planetaria meglio mettere prima i liquidi e poi i solidi).
  • Fare un buco al centro, aggiungere tutti gli ingredienti rimasti, per ultimo il burro fuso e raffreddato.
  • Lavorare molto bene il panetto per circa dieci minuti trasferendosi sopra alla spianatoia.
  • Ungere una ciotola possibilmente di vetro trasferirci il panetto, coprire con un tovagliolo umido e mettere a lievitare dentro al forno circa due ore, mettendo dentro anche un pentolino con dell’acqua bollente per avere il giusto calore. Dovrà raddoppiare di volume.
  • Avvenuta la lievitazione tirare fuori il panetto sgonfiarlo lavorarlo leggermente e rimettere di nuovo a lievitare ancora per un’ora.
  • Rovesciare l’impasto sulla spianatoia infarinata dividere in quattro pezzi e formare con ognuno dei filoncini lunghi circa 45 cm.lasciandoli più sottili alle due estremità.
  • Allineare i filoncini e cominciando da destra intrecciare il primo sul secondo e il terzo sul quarto, poi il quarto tra il primo e il secondo.
  • Ripetere partendo da destra e ancora fino alla fine.
  • Aggiustare le due estremità dandogli una forma a punta e mettere la treccia sopra alla teglia con carta da forno.
  • Spennellare con l’uovo sbattuto insieme all’acqua e cospargere di semi di papavero.
  • Accendere il forno a 200° e appena raggiunge la temperatura infornare per 40 minuti.
  • Se vedete che si colora troppo coprire con della carta forno.
  • Lasciare raffreddare sulla griglia.

Consiglio:Ricordo che ogni forno è diverso quindi controllare sempre.

Grazie di essere passata/o e alla prossima ricetta!

Se ti piacciono le mie ricette seguimi anche sui social e se ti fa piacere lasciami il tuo like per essere aggiornata/o 

Facebook  Pinterest  Twitter  Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.