Canederli o Knödel con speck – ricetta originale

Print Friendly, PDF & Email

Canederli o Knödel con speck – ricetta originale, un piatto di origine Trentina – Altoatesina, in particolare di usanze contadine nato per recuperare il pane avanzato. Questa è la ricetta originale con lo speck che è depositata presso l’Accademia Italiana della cucina. In origine i  Canederli o Knödel con speck, venivano serviti con un ottimo brodo di carne, ai giorni nostri anche conditi semplicemente con burro, salvia e Parmigiano ovviamente Trentino.

Canederli o Knödel con speck- ricetta originale
  • Preparazione: 20 + 30 di riposo Minuti
  • Cottura: 10 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 4
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 250 g Pane raffermo
  • 150 g Speck
  • 30 g Farina
  • 30 g Burro
  • 1/2 Cipolla
  • 2 cucchiai Prezzemolo tritato
  • 250 ml Latte
  • 2 Uova
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe
  • 1 1/2 l Brodo di carne

Preparazione

  1. In una ciotola capiente sbattere le uova, aggiungere il latte poi anche il pane tagliato a tocchetti, mescolare perchè tutto il pane dovrà ammollarsi, coprire e lasciare riposare.

  2. Tritare la cipolla, metterla in un pentolino insieme al burro, aggiungere lo speck precedentemente tagliato a cubetti facendo rosolare il tutto.

  3. Aggiungere il soffritto alla ciotola contenente il pane, quindi anche il prezzemolo, il pepe a proprio gusto, un pizzico di sale e la farina, mescolare bene rompendo i pezzi di pane se dovessero essere grandi, lasciar poi riposare per venti minuti.

  4. Portare a bollore il brodo e tenere il fornello a minimo.

  5. Spolverare un piatto grande con poca farina, prelevare con un cucchiaio bagnato (io utilizzo l’attrezzo per fare le palline del gelato) una parte dell’ impasto fare delle palline e poggiarle sopra al piatto, spolverare ancora con poca farina.

  6. Canederli o Knödel ricetta originale

    Bagnarsi le mani in acqua fredda, far rotolare le palline tra le mani per compattarle e ripoggiarle nel piatto.

  7. Con molta delicatezza farli scivolare nel brodo bollente facendo in modo che siano completamente coperti dal brodo, attendere finchè non vengono a galla, quindi servirli con il brodo.

  8. Per chi li preferisce asciutti: Bollirli in questo caso in un brodo vegetale fatto con dado vegetale, scolarli, quindi condirli con burro precedentemente fuso aromatizzato con la salvia e una generosa spolverata di Parmigiano grattugiato.

  9. Consiglio: Io aggiungo all’impasto due cucchiai di Parmigiano.

Note

Grazie per essere passattao e alla prossima ricetta!

Se ti piacciono le mie ricette clicca Quì  oppure metti “Mi Piace” nel fanbox sotto per essere sempre aggiornata/o con le nuove ricette. Enjoy

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.