Crea sito

Pici all’aglione

Bentornati al nostro appuntamento toscano!
Signore e signori, vi presento vostra altezza il “Picio”.
Pici o pinci? che dilemma..entrambi i modi sono giusti e variano a seconda dei posti in cui ci troviamo.
Ahimè ..ricordo ancora la lezione sulla pasta fatta in casa, sono passati cinque anni.
Alla scuola di cucina eravamo divisi in gruppi e ogni giorno a seconda dell’argomento ci assegnavano un piatto…ovviamente a noi erano toccati i pici all’aglione.
I pici sono una specie di spaghetti filati, cioè tirati a mano.
La tradizione vuole che si utilizzino soltanto tre ingredienti: farina, acqua e un pizzico di sale. Questa pasta è stato il nutrimento dei più poveri per moltissime generazioni che si accontentavano di accompagnarla anche solo con dell’olio, del sale e un trito di cipolla, ma ci sono tanti altri modi per farla.
l condimenti che vanno per la maggiore per il loro gusto e per la loro semplicità sono il sugo al rigatino, il sugo all’aglione, il tradizionale ragù di salsiccia e funghi (un classico in montagna), il sugo di uova di luccio (tipico del lago di Chiusi) e il sugo con le briciole.
Vi darò le ricette così avrete modo di scegliere quello che vi aggrada di più.
Allacciate il grembiule e preparatevi a sporcarvi le mani.

  • CucinaItaliana

Ingredienti Pasta

  • 250 gFarina 0
  • 250 gFarina 00
  • 300 mlAcqua ((consiglio di mettere l’acqua poco alla volta))
  • pizzichiSale
  • 1 cucchiaioOlio di oliva

Salsa all’aglione

  • 400 gPomodori pelati
  • 3 spicchiAglio
  • Olio extravergine d’oliva
  • 1Peperoncino
  • q.b.Sale
Procedimento
per la pasta :
In una ciotola unite l’acqua, un cucchiaio di olio d’oliva e una presa di sale con la farina ed impastate fino a farla diventare liscia ed elastica.
Coprite e lasciate riposare per mezz’ora.
Trascorso questo tempo riprendete la pasta e spianatela con il mattarello; deve diventare una tavola alta un paio di centimetri, da cui ricaverete delle piccole strisce che lavorerete tra le mani filando il “picio” più sottile e più uniforme possibile.
I pici sono una specie di spaghetti, quindi il trucco è arrotolarli in modo che risultino lunghi e sottili.
Appoggiate su un vassoio infarinato i vostri nidi di pasta e conservateli in frigo finché non li consumate.

Sugo all’aglione
Un modo classico e gustoso per condire i pici .
Pelate e tritate l’aglio e saltatelo in olio d’oliva evo. Aggiungete i pomodori, il peperoncino e fate cuocere per almeno 10-15 minuti. Nel frattempo fate cuocere in acqua salata la pasta per qualche minuto.
Scolate e condite i pici con la salsa. Per finire consiglio di guarnire con del pecorino grattugiato.

Sugo all’aglione gustoso( per i più coraggiosi)
Pelate e pestate tanti spicchi d’aglio insieme a sale e pepe, poi mescolate.
In una padella con dell’olio caldo saltate il pesto di aglio. A questo punto mettete i pici appena scolati per un attimo a insaporirsi nel condimento caldo.
Servite con una bella grattata di pecorino piccante.

Sugo all’aglione variante
Fate un battuto con carote, sedano, nepitella, basilico; poi sbucciate e affettate un paio di cipolle.
In una padella con poco olio fate cuocere le verdure e le erbette. Appena le erbe saranno appassite completate con qualche spicchio d’aglio schiacciato, possibilmente fresco.
Dopo qualche minuto aggiungete 5 pomodori senza buccia né semi e infine un pizzico di pepe o peperoncino.
La salsa sarà pronta quando avrà raggiunto la giusta densità.

Sugo con le briciole a crudo
Per questo condimento avete bisogno del pane raffermo e leggermente tostato.
Ricavate delle briciole da due fette di pane e mescolatele con poco olio d’oliva, sale e pepe.

Sugo con le briciole e acciughe caldo
In un padella con un filo d’olio ,fate soffriggere qualche acciuga finché non si sarà disfatta.
Aggiungete le briciole di pane,il pepe, poco sale e mescolate il tutto ben caldo.


Buon Appetito!
A presto,
J.




5,0 / 5
Grazie per aver votato!