Risotto al cavolo nero e topinambur

Che cosa prepariamo oggi? Un risotto al cavolo nero e topinambur. Ingredienti di stagione che ci permettono  di realizzare un primo piatto vegetariano, saporito, nutriente, genuino ed economico. Non li avete in casa? Allora segnateli nella lista della spesa e procurateveli al più presto. Aspetto i vostri commenti.


risotto al cavolo nero e topinambur

RISOTTO AL CAVOLO NERO E TOPINAMBUR

 

INGREDIENTI (per 3 persone)

  • 250 g di riso Carnaroli
  • 2 topinambur di medie dimensioni (io ho pesato i miei al netto degli scarti ed erano 250 g)
  • 7/8 foglie di cavolo nero
  • 1 grosso scalogno
  • Grana padano o Parmigiano grattugiato (facoltativo) *
  • vino bianco secco
  • oli extravergine di oliva
  • sale
  • pepe nero

NOTA

  1. *Per chi segue una dieta vegetariana sarà sufficiente sostituire il Grana/Parmigiano con un formaggio analogo preparato con caglio vegetale.
  2. Per eliminare con facilità la costa centrale del cavolo nero sarà sufficiente tenere con una mano la base della costa; posizionare le dita dell’altra mano alla base della foglia e tirare verso l’alto come per “sfilarla”. Provate! È più facile a dirsi che a farsi.

PROCEDIMENTO

Lavare le foglie di cavolo nero, eliminare la costa centrale dura e tagliarle grossolanamente.

dscf5367

Quindi sbollentarle per 5 minuti in acqua salata.

Scolarle con un mestolo forato (non buttate via l’acqua di cottura che utilizzeremo per cuocere il riso) e metterle da parte.

Lavare molto accuratamente i topinambur sotto acqua corrente, sfregandoli con una spazzolina per eliminare tutti i residui terrosi. Sbucciarli con un pela patate (se sono molto bitorzoluti, non è una impresa facile, ma non è nemmeno necessario togliere tutta la buccia che può tranquillamente essere mangiata. Eliminate il grosso, diciamo!).

Tagliarli finemente.

dscf5370

In un largo tegame, scaldare qualche cucchiaio di olio e rosolarvi lo scalogno tritato finemente. Quando inizia a sfrigolare unire i topinambur ed una presa di sale.

Rosolarli per un paio di minuti, mescolando continuamente, poi aggiungere il riso e lasciarlo tostare per un minuto.

risotto-cavolo-nero-procedimento-1

Sfumare col vino bianco.

Quando il vino è evaporato, aggiungere un paio di mestoli di acqua di cottura del cavolo nero e le foglie precedentemente sbollentate e ulteriormente tagliuzzate in modo da ridurle a pezzettini.

dscf5383

Portare il riso a cottura unendo di volta in volta l’acqua necessaria e aggiustando di sale, se serve.

A cottura ultimata, mantecare il risotto al cavolo nero con una manciata di formaggio grattugiato (facoltativo), distribuirlo nei piatti individuali e servirlo subito spolverizzandolo con una macinata di pepe nero.


facebook twitter badgeSeguitemi su Facebook per essere sempre aggiornati sulle nuove ricette. Cliccate QUI e poi mettete MI PIACE in alto a destra. Grazie! E sono anche su Twitter. Mi trovate QUI!

Precedente Alberelli di pasta sfoglia Successivo Ciambella cocco e menta

2 commenti su “Risotto al cavolo nero e topinambur

  1. Pietro Catani il said:

    Io normalmente faccio il sugo a parte poi lo metto nel risotto
    dopo averlo tostato in modo che il chicco di riso sia più uniforme nella sua consistenza.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.