Pumpkin roll, rotolo alla zucca

Penso che, a volte, imbattersi in una ricetta meravigliosa nell’immenso web sia davvero un colpo di fortuna. E’ quello che mi è successo con questo pumpkin roll, rotolo alla zucca trovato per caso (qui) cliccando, una sera, di link in link. Un dessert spettacolare che, a quanto pare, si prepara negli Stati Uniti durante il periodo di Halloween. Io lo trovo perfetto sempre e non solo per la notte delle streghe!


PUMPKIN ROLL

PUMPKIN ROLL, ROTOLO alla ZUCCA

 

 

INGREDIENTI

Per la pasta biscotto:

  • 100 g di farina 00
  • ½ cucchiaino di lievito per dolci
  • ½ cucchiaino di bicarbonato
  • un pizzico di sale
  • 3 grandi uova
  • 200 g di zucchero
  • 1 bustina di vanillina
  • 150 g di zucca

Per il ripieno:

  • 300 g di formaggio morbido spalmabile
  • 30 g di burro
  • 120 g di zucchero a velo + quello per spolverizzare
  • 1 bustina di vanillina
  • 130 g di nocciole
  • 100 g di noci

PROCEDIMENTO

Vediamo come si prepara questo pumpkin roll, rotolo alla zucca!

Pulire la zucca e tagliarla a pezzi.

Metterla in un contenitore di vetro con un filo d’acqua e coprirla. Farla cuocere nel microonde per 5 minuti. Se non avete il microonde potete metterla in forno a 200° per 45 minuti circa. Quando è cotta frullarla fino ad ottenere una purea morbida.

In una ciotola mettere la farina, il lievito, il bicarbonato ed il sale.

In un’altra ciotola più capiente mettere le uova a temperatura ambiente e lo zucchero. Sbatterle con le fruste elettriche alla massima potenza finché si sarà ottenuto un composto chiaro e spumoso.

 Unire a questo composto la vanillina e la purea di zucca.

Setacciarvi all’interno a poco a poco la farina mescolata agli altri ingredienti ed amalgamare il tutto molto delicatamente con movimenti dal basso verso l’alto per non smontare il composto.

Versare l’impasto così ottenuto in una teglia rettangolare (40 x 30 cm) rivestita con carta da forno e livellarlo bene anche negli angoli.

Infornare a 190° per 13 minuti. Fate la prova dello stuzzicadenti: infilatelo nella pasta biscotto e se esce pulito significa che è pronta.

Mentre l’impasto cuoce in forno preparare il ripieno.

Mettere in una terrina il formaggio spalmabile, il burro a temperatura ambiente, lo zucchero a velo e la vanillina.

 Amalgamare bene tutti questi ingredienti utilizzando le fruste elettriche.

Tritare le noci e le nocciole grossolanamente con un coltello.

 Unire al composto di formaggio il trito di frutta secca e mescolare molto bene.

Quando la pasta biscotto alla zucca è cotta, toglietela dal forno e capovolgetela su un nuovo foglio di carta da forno cosparso di zucchero.

Avvolgete il tutto con della pellicola e lasciate raffreddare. In questo modo l’umidità resterà all’interno mantenendo morbida la pasta che sarà più facile da arrotolare una volta farcita.

Quando si sarà raffreddato togliere la pellicola e la carta da forno che riveste la pasta e farcire con la crema di formaggio e frutta secca tritata.

 Aiutandosi con la carta da forno arrotolare la pasta.

Coprire e mettere in frigorifero per almeno 3 ore. Questo consentirà di tagliare il pumpkin roll, rotolo alla zucca più facilmente ottenendo delle fette perfette.

Prima di servirlo spolverizzarlo con dello zucchero a velo.


facebook twitter badgeSeguitemi su Facebook per essere sempre aggiornati sulle nuove ricette. Cliccate QUI e poi mettete MI PIACE in alto a destra. Grazie! E sono anche su Twitter. Mi trovate QUI!

Precedente Spaghetti in bianco, ricetta alternativa Successivo BOCCONCINI di PARMIGIANO

13 commenti su “Pumpkin roll, rotolo alla zucca

  1. Ornella il said:

    Ciao,Paola,

    un saluto dal Belgio … Che bello di averti trovata, quante belle idee …
    Volevo domandarti : il formaggio morbido spalmabile sarebbe come il Philadelphia ?
    A presto, Ornella

  2. giusy il said:

    E lo zucchero vanigliato non lo avete messo nella ricetta? Negli ingredienti si nella spiegazione no ! Penso che vada nel ripieno come avete scritto negli ingredienti giusto?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.