Crea sito

Panini morbidi preparati con lievito secco disidratato

Oggi pubblico la ricetta dei miei panini morbidi a lievitazione veloce..una preparazione facile e che mi da ogni volta una bella soddisfazione.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gfarina tipo 1
  • 500 gsemola rimacinata
  • 700 gacqua a temperatura ambiente
  • 15 gsale fino
  • 1 cucchiainomiele
  • 10 glievito di birra secco

Preparazione

  1. Sciogliere in un bicchiere d’acqua tiepida il lievito di birra secco ed il miele.

  2. Nel frattempo versare tutta la farina nella ciotola della planetaria ed aggiungere l’acqua rimanente fino a coprirla interamente.

    Lasciare riposare per mezz’ora.

  3. Trascorsa la mezz’ora, azionare l’impastatrice ed aggiungere l’acqua in cui e’ stato sciolto il lievito ed il miele ed il sale.

    Lavorare per un quarto d’ora, deve risultare un impasto morbido ma non appiccicoso.

    Se dovesse essere troppo duro aggiungere un pochino d’acqua, in caso contrario un po’ di farina.

  4. Una volta pronto l’impasto, versarlo su una spianatoia, dare un giro di pieghe, formare una palla e metterla in una ciotola oliata, coprire con pellicola.

    Dopo mezz’ora ripetere la stessa operazione, giro di pieghe, formare una palla e rimettere nella ciotola oliata, coprire con pellicola e far lievitare fino al raddoppio, ci vorranno circa una paio d’ore.

  5. Trascorso il tempo di lievitazione si può procedere con la spezzatura e formazione dei panini: io li ho suddivisi in parti uguali da 160 grammi l’uno.

    Mettere a lievitare i panini per un altra mezz’ora coperti da un telo di nylon.

    Nel frattempo scaldare il forno a 200 gradi.

    Prima di infornare i panini, spruzzare un po’ d’acqua sul fondo del forno in modo da generare vapore.

    Infornare per 30/35 minuti a 200 gradi.

  6. Questo è il risultato finale..consiglio di farli raffreddare su una gratella.

Note

La quantità d’acqua da utilizzare va ricalcolata in base al tipo di farina utilizzata, la semola rimacinata assorbe più acqua rispetto ad una farina tipo 0

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *