Gnocco fritto

Gnocco fritto della nostra amica Claudia Pomilia, pasta lievitata fritta tipica dell’Emilia Romagna! Provatelo anche voi!

  • DifficoltàBassa
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Preparazione

  1. Gnocco fritto

    Ho impastato e formato un bel panetto morbido .

    Ho messo a lievitare per un oretta …al raddoppio ho preso il panetto e diviso in 2 parti ..

    Ho steso il primo panetto su un piano infarinato in modo molto sottile e ho tagliato prima a strisce e poi ho formato dei rombi …nel frattempo in una padella ho scaldato l’olio ed ho fritto i rombi rigirandoli spesso finché non sono ben dorati .

    Appena si sono raffreddati conditeli con salumi a Vostro piacimento!

    Buon Appetito!

Approfondimenti

Lo gnocco fritto è stato usato, almeno fino agli anni ’60, come pranzo dei contadini che lavoravano tutto il giorno nei campi, quindi aveva lo scopo di essere usato come un pane sostanzioso.
Prodotto tradizionale tipico delle province di Modena e Reggio Emilia.
Diffuso in tutta la bassa pianura emiliana e conosciuto anche con altri nomi, tra cui crescentina nella zona di Bologna, torta fritta a Parma, chisolino nella zone di Piacenza ed infine pinzino nella zona di Ferrara e Mantova. Famoso come cibo da asporto tipico di fiere o manifestazioni locali, lo gnocco fritto è consumato a pasto con affettati tipici emiliani e formaggi locali accompagnato da del Lambrusco. Secondo alcune fonti, la presenza dello strutto fra i principali ingredienti potrebbe far supporre un’origine longobarda della ricetta. Tratto da: https://www.ristorantesara.it/gnocco-fritto-storia-e-curiosita/

/ 5
Grazie per aver votato!