Torta di noci, albicocche e cioccolato

Una torta diversa dal solito, autunnale e golosa. Una via di mezzo tra una torta mordida, da fine pasto e la classica torta da merenda o colazione. Rimane mordidissima e con della marmellata di albicocche sarà davvero buonissima. Potrebbe anche ricordare vagamente almeno nei sapori la torta Sacher. Questa versione è adatta anche a chi deve mangiare pochi zuccheri e pochi carboidrati … infatti c’è la stevia e pochissima farina … e di miglio. Provatela, in casa è andata a ruba!

  • Preparazione: 20 + 20 Minuti
  • Cottura: 40 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 6 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

Per la torta

  • 150 g Farina di noci
  • 60 g Farina di miglio
  • 50 g Stevia
  • 2 cucchiaini Lievito in polvere per dolci
  • 2 Uova
  • 200 g Marmellata di albicocche
  • 60 ml Latte di mandorle

Per la glassa

  • 250 ml Panna fresca liquida
  • 100 g Cioccolato fondente al 60-69%

Preparazione

    • Sbattete il burro a teperatura ambiente con la stevia
    • Aggiungete uno per volta le uova finchè non saranno completamente incorporate non aggiungete la successiva.
    • Infine aggiungere la farina di noci, la farina di miglio, il lievito in polvere e stemperare con il latte di mandorla fino ad ottenere un impasto denso ma molto lavorabile e non eccessivamente compatto.
    • Imburrate ed infarinate molto bene una tortiera del diametro di 22 cm.
    • Versate metà del composto e poi versate sulla superficie la marmellata di albicocche, infine ricoprite con la seconda metà di impasto e cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per circa 40 minuti
    • Sfornare e lasciare raffreddare a temperatura ambiente.
    •  Intanto che la torta si raffredda fate scogliere a fuoco lentissimo e senza mai far bollire il cioccolato nella panna. Lasciare raffreddare e quando sarà a temperatura ambiente, colare sulla torta aiutandovi con una spatola se necessario. Decorare con due gherigli di noci e lasciare raffreddare.

Note

– Si può conservare a temperatura ambiente d’inverno, mentre d’estate è meglio conservarla in frigo.

Precedente Rotolo di frittata, gorgonzola, ricotta e prosciutto di Praga Successivo Pollo, panna, pinoli, pomodoro e basilico

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.