Rotolo spinaci e salmone affumicato

Un antipasto colorato e di sicuro effetto, oppure un piatto unico per un pasto diverso dal solito. Come ormai sapete molto bene, le uova sono uno dei miei ingredienti preferiti, sono versatili e buonissime. Il rotolo di frittata è una ricetta che lascia sempre stupiti gli ospiti. Nella versione che vi propongo oggi il rotolo è verde per gli spinaci e ripieno con un interno cremosissimo di robiola, paté di olive e salmone affumicato. Ideale anche per le festività!

  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    8 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

Per il rotolo di frittata

  • Uova 5
  • Spinaci 150 g
  • Parmigiano reggiano (Grattuggiato) 60 g
  • Panna fresca liquida 100 ml
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Olio extravergine d’oliva (per ungere la teglia) q.b.

Per il ripieno

  • Robiola 200 g
  • Patè di olive nere 100 g
  • Salmone affumicato 150 g

Preparazione

    • Sbattete le uova insieme alla panna, al parmigiano,  un pizzico di sale e uno di pepe.
    • In una padella con un filo d’olio spadellare gli spinaci  e portarli a cottura.
    • Mettere in un frullatore il composto di uova insieme agli spinaci e frullare qualche istante fino ad ottenere un composto omogeneo.
    • Ungete una teglia da forno (circa 20×35). La teglia dovrà essere ben unta in modo uniforme altrimenti la frittata si attaccherà.
    • Cuocere in forno a 180° per circa 20 minuti.
    • Distendere un foglio di alluminio sul tavolo e sformare dalla teglia la frittata una volta ultimata la cottura (dopo averla lasciata raffreddare qualche minuto).
    • Mescolate la robiola insieme al paté di olive nere e stendetelo sulla frittata
    • Aggiungete infine il salmone sempre disteso su tutta la superficie della frittata.
    • Arrotolare dal lato più corto aiutandovi con il foglio di alluminio.
    • Avvolgere nell’alluminio e lasciare in frigo fino a completo raffreddamento.
    • Tagliare a fette e servire. Buon appetito.

Precedente Brasato di bue al barolo Successivo Stuzzichini speck, gorgonzola, noci e pere

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.