Lievito madre rinfresco 1:1

Eccolo qui, finalmente mi sono decisa a postarlo, il mio lievito madre, prezioso come l’oro, almeno per me, forte come non lo si crederebbe possibile … e poi vedrete perché e da curare come una delle cose più preziose: ecco il lievito madre.

Da ormai 9 anni questo lievito lo mantengo “in vita” curandolo e rinfrescandolo (così si dice) ogni settimana e a volte anche di più quando devo utilizzarlo …

Ma se state pensando che sia troppo complicato da tenere, vi sbagliate … potete anche congelarlo se andate in vacanze … poi al vostro rientro con pochi semplici passi eccolo di nuovo rinascere … insomma … provatelo … vi stupirà in quante ricette lo potete utilizzare …

  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 0 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 300 g di lievito madre
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 100 g Lievito madre
  • 100 g Farina
  • 50 ml Acqua

Preparazione

    • Questa procedura serve a spiegare a chi già possiede il lievito madre come “rinfrescarlo”, cioè come mantenerlo in vita.
    • Mettete 100 gr di lievito madre in una ciotola insieme alla farina e aggiungendo poco per volta l’acqua ed iniziate ad impastare
    • Otterrete un composto elastico e compatto (esattamente come quando si fa un impasto)
    • Continuate ad impastare e lavorare sul piano di lavoro fino ad ottenere una forma tonda ed omogenea.
    • Mettete in un contenitore ermetico (se dovete poi lavorarlo nuovamente od utilizzarlo), mentre se dovete conservarlo per la settimana mettetelo in un contenitore più ampio in frigo.
    • Lasciate riposare per 12 ore …. ed ecco la forza di cui vi parlavo … il lievito madre ha riempito tutto il contenitore ermetico e non trovando più spazio è riuscito a strabordare.

Note

  • Se non dovete utilizzarlo subito o non volete più rinfrescarlo per circa una settimana, mettetelo in un contenitore più ampio e sempre chiuso e mettetelo in frigo.
  • Dopo 7 giorni ripetete la seguente operazione che serve a mantenerlo in vita oppure per utilizzarlo solo in preparazioni leggere e con impasti non pesanti.
  • Per impasti più complessi come quelli dolci o di particolari tipi di pane il rinfresco sarà più “forte” …. e nelle prossime ricette vi spiegherò quali sono le quantità ….
Precedente Croissant sfogliati veloci al cioccolato Successivo Parfait agli amaretti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.