. La pizza di scarola alla napoletana si realizza farcendo la pasta con scarola, olive, acciughe e capperi che saranno prima rosolati insieme io la faccio bella alta perchè mi piace di più cosi corposa . Questa ricetta con la scarola è sinonimo di tradizione a Napoli. Preparata dalle mamme e dalle nonne di tutta Napoli e provincia, una volta era legata a pasto “leggero” dei pranzi del 24 e 31 dicembre (pe’ s’astipà ‘a panz’ po’ cenon’).

15390647_10208418839936793_1654495001174285294_n


Ingredienti

500 gPasta da pane
100 gStrutto
800 gScarola
1 cucchiaioPinoli
1 cucchiaioUva sultanina
1 cucchiaioCapperi sotto sale
100 gAcciughe dissalate
100 gOlive nere di Gaeta
1 dlOlio extravergine
q.b.Sale


Fate ammollare l’uva sultanina in una ciotola di acqua tiepida.
Snocciolate le olive e dissalate i capperi. Lavorate la pasta da pane con lo strutto e un pizzico di sale.
Mondate la scarola scartando le foglie esterne, lavatela e scottatela in acqua bollente salata per pochi minuti, quindi sgocciolatela e strizzatela bene.
Versate 4 cucchiai d’olio in un tegame, unitevi le acciughe spezzettate, le olive, i pinoli i capperi e rosolate il tutto a fuoco basso, finché le acciughe saranno disfatte. Aggiungete quindi la scarola e cuocetela, a fuoco basso, per circa 10 minuti.

 

15420877_10208418769975044_8516183779720397614_noooooooo
Dividete la pasta in due parti una maggiore dell’altra e stendete la più grande a coprire fondo e bordi di una teglia unta del diametro di 20 cm.
Bagnate con l’olio rimasto la pizza, poi distribuitevi la scarola e l’uva sultanina strizzata e lasciatela riposare per circa 15 minuti.

15492290_10208418775495182_3538451751513829929_n
Ricoprite la farcitura con il secondo disco di pasta.
Cuocete la pizza nel forno a 220 °C per circa 30 minuti. Sfornate e servite.

15355671_10208418760174799_867447997573188996_n