Crea sito

Pesto di Violette

Incontro spesso le Violette, tra i fiori che più amo in assoluto, nelle mie scorribande tra le campagne e i boschi. Avverto il loro profumo già prima di scorgerle, prima che all’improvviso appaiano tutte insieme, raggruppate qua e là in morbide macchie come piccoli cuscini ricamati. E io mi perdo ad ammirarle, ad annusarle, lasciandomi trascinare dal loro incanto, lontano dagli occhi del mondo. Tenacemente attaccate al suolo, eppure fragili e delicate, infondono tenerezza e scaldano l’animo, tremante all’aria ancora fresca della primavera. Piccoli diamanti colorati che trapuntano le colline e come le sirene di Ulisse ammaliano i viandanti, inebriati di sogni e consolati dalla loro dolce melodia. Un’orchestra floreale che vibra allo stesso modo nel mio magnifico pesto di Violette, che restituisce in cucina tutto il suo armonioso equilibrio. È davvero importante custodire questo dono prezioso della natura, perché possiamo goderne per poco più di un mese all’anno. Ma quando è il loro momento, facciamoci del bene e celebriamo la solennità del nostro pesto di Violette.

Sponsorizzato da Pastificio Masciarelli

Pesto di Violette
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 180 glinguine
  • 25 gviolette (fresche)
  • 20 gnocciole tostate
  • 1 cucchiaioparmigiano Reggiano DOP
  • 2 cucchiainibuccia li limone (grattugiata)
  • 3 cucchiaiolio extravergine d’oliva
  • q.b.burro
  • q.b.sale e pepe

Strumenti

  • 1 Frullatore / Mixer
  • 1 Padella
  • 1 Pentola

Preparazione

Per un buon pesto di Violette, raccogliete i fiori lontano da fonti inquinanti. Devono essere freschissimi. Abbiate cura di non danneggiare in alcun modo le piantine e di non raccogliere troppi fiori tutti nello stesso posto. Lasciatene sempre un po’ per le Api.
  1. Per prima cosa frulliamo le Nocciole con l’olio e mettiamo anche a bollire l’acqua per la pasta.

  2. Pesto di Violette

    Aggiungiamo le Violette, il formaggio, un pizzico di sale e di Pepe e frulliamo ancora.

  3. Otteniamo un pesto cremoso. Se risultasse troppo denso, aggiungete un filo di olio E.V.O.

  4. Nella padella intanto, mettiamo la buccia grattugiata di Limone insieme ad una noce di burro o di olio se preferite. Lasciamo cuocere dolcemente due minuti aggiungendo poca acqua di cottura della pasta.

  5. Pesto di Violette

    Scoliamo le linguine al dente. Facciamole insaporire un minuto nell’intingolo al Limone, aggiungiamo il pesto di Violette e amalgamiamo ancora un minuto. Togliete dal fuoco e servite subito.

Al pesto di Violette potete mettere del Pecorino al posto del Parmigiano, sostituire le Nocciole con le Noci. Si conserva bene un paio di giorni in frigorifero perdendo però un po’ del suo colore. Prova anche la marmellata di Violette.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.