Cavolfiori sott’olio della nonna

L’inverno ci regala i suoi ultimi preziosi doni sotto forma dei meravigliosi prodotti dell’orto, con i quali si possono realizzare dei fantastici sottoli, come i Cavolfiori sottolio (quelli della nonna, per intenderci), che si potranno consumare nel corso della prossima stagione estiva. La preparazione che vi presento oggi non richiede una particolare esperienza o competenza, basta avere a disposizione degli ortaggi sani e un pizzico di pazienza, uno degli ingredienti fondamentali della cucina. I Cavolfiori sottolio sono buoni come contorno, ottimi sulla bruschetta e, insieme a tutte le altre prelibatezze dell’antipasto, speciali nello stuzzicare l’appetito.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Ora 25 Minuti
  • Tempo di cottura4 Minuti
  • Porzioni4 vasetti
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 2 kgCavolfiori (Già puliti)
  • 1 lAceto di vino bianco
  • 5 foglieAlloro
  • 5 bacchePepe nero
  • 5 baccheChiodi di garofano
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • q.b.Aglio
  • Succo di un Limone

Strumenti

  • 1 Coltello
  • 1 Tagliere
  • 1 Scolapasta
  • 1 Tegame in acciaio
  • 5 Vasetti a chiusura ermetica in vetro

Preparazione

E’ fondamentale, per la vostra sicurezza, usare barattoli integri in ogni sua parte e sterilizzati. Solo così sarete certi di gustare al meglio i Cavolfiori sott’olio della nonna.
  1. Potete usare Cavolfiori misti, bianchi o violetti, romaneschi o gialli, oppure di un solo tipo, come preferite. Lavate bene le infiorescenze e fatele asciugare.

  2. Cavolfiori sott'olio della nonna

    Lasciateli a bagno per almeno un’ora in acqua acidulata con succo di Limone.

  3. Versate in un tegame di acciaio e dai bordi alti l’aceto. Unite le foglie di Alloro, le bacche di Pepe e i chiodi di Garofano. Aggiungete anche un pizzico di sale e portate a bollore. Tuffate le infiorescenze e fatele cuocere, anche poco per volta, da 3 a 5 minuti. Magari assaggiatele prima di scolarle. Devono essere al dente, croccanti.

  4. Fatele asciugare completamente su uno straccio pulito.

  5. A questo punto potete cominciare ad invasare. Usate solo barattoli di vetro puliti e sterilizzati, con capsule integre. Mettete via via i Cavolfiori nei vasetti, aggiungete qualche fettina di aglio, un pizzico di Pepe macinato di fresco e coprite, a mano a mano che riempite, di buon olio EVO. Prima di chiudere, accertatevi che non rimangano bolle d’aria all’interno. Le verdure devono essere coperte dall’olio.

  6. cavolfiori sottolio della nonna

    Conservate i vasetti al fresco e al buio. Aspettate almeno due mesi prima di assaggiarli. Dategli il tempo di insaporirsi per bene.

Note

Al momento di servire I Cavolfiori sott’olio della nonna, potete aggiungere del Prezzemolo fresco tritato. Sono buoni anche tiepidi per un contorno speciale.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.