Torta di rose vegana

La torta di rose vegana è un dolce soffice e cremoso che vi conquisterà al primo boccone.

Ricetta senza lattosio, senza uova, senza burro. Senza l’aggiunta di alimenti di origine animale.

Ricetta vegan a lievitazione naturale con pasta madre, lievito naturale.

Arricchita con farina di mandorle.

Torta di rose vegana Ortaggi che passione by Sara

Torta di rose vegana

 

STAGIONALITA’  tutto l’anno

Difficoltà:   media

Tempo di preparazione: circa 30 minuti + tempo di lievitazione per un totale di 10 ore

1° lievitazione di circa 3 – 4 ore (quella della pasta madre appena rinfrescata o tolta dal frigorifero)

2° lievitazione di circa 4 – 5 ore

3° lievitazione di circa 2 ore (o fino al raddoppio)

Cottura:  30 – 40 minuti in forno statico a 200° su un ripiano basso

Torta di rose vegana Ortaggi che passione by Sara

 

Ingredienti per una teglia apribile tonda d.26

Ingredienti per l’impasto

  • 100 – 125 g di lievito madre pronto *
  • 200 g di acqua a 25° – 30°
  • 10 g di malto (o zucchero certificato vegan)
  • 150 g di farina manitoba (farina forte)
  • 50 g di farina di mandorle (o altra farina 00)
  • 300 g di farina 00  (debole, farina per tutti gli usi)
  • 30 – 40 g di zucchero (certificato vegan)
  • 40 g di olio di semi (arachidi)
  • 2 – 3 g di sale
  • 30 g di farina per la spianatoia

* rinfrescato dalle 2 alle 4 ore prima oppure rinfrescato il giorno prima o massimo due giorni prima e tenuto in frigorifero

 

Ingredienti per la farcitura

  • 100 g di burro di soia (o margarina vegetale)
  • 30 g di farina di mandorle (o mandorle tritate)
  • 100 g di zucchero integrale di canna
  • 200 g di marmellata di albicocche vegan densa

Per il decoro finale (facoltativo)

  • scaglie di mandorle q.b.

 

SCHEMA ORARIO

08.15   rinfrescare la pasta madre (o toglierla dal frigorifero)

11.15   impastare

11.30 – 16.30  lasciare lievitare l’impasto nel forno spento a 50°

16.30   formare la torta di rose vegana

16.45 – 18.45  fare lievitare la torta nel forno spento a 50°

18.45 – 19.15  cuocere la torta di rose vegana

 

Procedimento

Rinfrescare la pasta madre e tenerne 100 g a parte (tenerla a temperatura ambiente o porla in frigorifero per utilizzarla entro 2 giorni). Lasciare rinvenire  a temperatura ambiente per circa 3 ore.

Togliere il burro di soia (o margarina) dal frigorifero almeno 15 minuti prima dell’utilizzo.

Versare in una ciotola la pasta madre a pezzetti, l’acqua, lo zucchero (10 g) e le farine. Impastare e dopo circa 5 minuti quando l’impasto è ben incordato, aggiungere il sale, lo zucchero e l’olio. Continuare ad impastare per altri 10 minuti o fino a formare una bella palla liscia ed omogenea, l’impasto risulterà piuttosto denso.

Porre l’impasto a lievitare in una ciotola ricoperta con della pellicola alimentare, in un luogo caldo e lontano da correnti d’aria per circa 5 ore.

Nel frattempo preparare la farcitura, con le fruste elettriche montare il burro morbido con lo zucchero, aggiungere la farina di mandorle e continuare a mescolare.

Preparare la marmellata da spalmare sulla torta di rose vegana.

Porre sulla base di una tortiera apribile la carta da forno e chiuderla, oliare tutto il bordo interno della tortiera.

Torta di rose vegana 1 Ortaggi che passione by Sara

Porre l’impasto lievitato sul piano lavoro infarinato, infarinarlo e stenderlo dolcemente con le mani fino a formare un rettangolo di circa cm. 30×60.

Spalmarci sopra prima la marmellata e poi la farcitura cremosa, lasciando libero il bordo del rettangolo.

Torta di rose vegana 2 Ortaggi che passione by Sara

Arrotolare l’impasto farcito (come nella foto) fino a formare un cannolo lungo e stretto.

Tagliarlo in 12 pezzi e porre i rotolini all’interno della tortiera.

Torta di rose vegana 3 Ortaggi che passione by Sara

Una volta composta la torta di rose vegana cospargere con le scaglie di mandorle.

Coprire con la pellicola alimentare e lasciare lievitare in un luogo caldo e lontano da correnti d’aria per circa 2 ore.

Cuocere in forno statico già caldo sul primo ripiano a 200° per circa 30 – 40 minuti o fino a cottura, se in superficie colora troppo coprire con della carta alluminio.

Regolarsi in base al proprio forno. Vale sempre la prova stecchino.

Torta di rose vegana Ortaggi che passione by Sara

Fonti:  Torta delle rose di “Giallo Zafferano”  e Danubio a lievitazione naturale di “Il crudo e il cotto”

Per procurarsi la pasta madre, rivolgersi agli spacciatori.

https://www.facebook.com/ortaggichepassione

Precedente Zuppa di fave e lattuga Successivo Pesto agli aromi con fiori di rosmarino

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.