Crea sito

Risotto alle mele – ricetta light

risotto alle mele

Il risotto alle mele e noci è una ricetta vegan, un primo piatto light, dal gusto delicato e adatto agli intolleranti al lattosio. Per questo risotto utilizzare un tipo di mela verde acidula ed aspra come la Granny Smith o la Renetta, anche se durante il periodo di raccolta delle mele, qualsiasi varietà di mela è croccante e quindi si sposa benissimo con questo risotto vegetale. Per un effetto scenografico utilizzare la mela a polpa rossa.

Un primo piatto che mi ricorda i sapori del mio adorato Trentino Alto Adige.

STAGIONE delle mele: si raccolgono da fine estate all’autunno in momenti diversi in base alla varietà. Per conservarle porle, in un sacchetto di plastica chiuso, in un ambiente fresco e asciutto. L’industria alimentare le conserva per mesi nelle celle frigorifere.

risotto alle mele ORTAGGI che passione by Sara Grissino
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni2 abbondanti
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaSalutare

Risotto alle mele light – ricetta vegana

  • 700 mlbrodo vegetale
  • Mezzacipolla dorata (o mezzo porro)
  • 30 gacqua
  • 50 golio extravergine d’oliva (30 g + 20 g)
  • 1 pizzicosale fino
  • 2 baccheginepro (da schiacciare)
  • 160 griso Carnaroli (o Arborio)
  • Mezzo bicchieregrappa (o vino bianco)
  • 1mela Granny Smith (o Renetta – circa 280 g)
  • 4noci (Lara)
  • q.b.erba cipollina (facoltativa)

Strumenti

  • 2 Padelle (una per il brodo e una per il risotto)
  • Mestolo
  • Coltello a lama liscia ben affilato

Risotto alle mele e noci

  1. ricetta passo passo risotto mele

    Prima di tutto preparare il brodo vegetale e tenerlo al caldo.

    In una padella d’acciaio imbiondire la cipolla (o il porro) tagliata sottilmente con dell’acqua e/o olio. Salare e insaporire con 2 bacche di ginepro schiacciate leggermente. Dopo circa una decina di minuti, aggiungere il riso e farlo tostare, quindi sfumare con della grappa (o vino bianco).

    Nel frattempo sbucciare tre quarti della mela e aggiungerla a pezzetti piccoli al risotto, meglio se a metà cottura o verso la fine cottura.

    Il quarto di mela rimanente si può conservare per decorare il piatto pronto, assieme a qualche gheriglio di noce.

    Aggiungere una manciata di pezzi di noci negli ultimi minuti di cottura del risotto, spegnere il fuoco e mantecare con un cucchiaio di olio extravergine di oliva a crudo.

    QUI tutti gli ingredienti per mantecare un risotto vegano.

    Servire caldo il risotto alle mele e decorarlo con qualche gheriglio di noce, delle fettine di mela e dell’erba cipollina sminuzzata.

alternative VEG al risotto alle mele

aggiungere bucce risotto mele ORTAGGI che passione by Sara

Cuocere le bucce delle mele (solo se biologiche), ridotte a striscioline, nel brodo vegetale ed aggiungerle all’ultimo al risotto alle mele prima di servirlo, come da foto sopra.

Unire al risotto una dadolada di zucchine in sostituzione di parte della mela, oppure del radicchio a listarelle.

Per un colore diverso, aggiungere del curry, della curcuma o delle zafferano al risotto.

Per un sapore da strudel, aggiungere della cannella.

varianti VEGETARIANE

Mantecare il risotto con:

– una noce di burro

– un cucchiaio di ricotta

– formaggio senza caglio animale: fontina, gorgonzola, mascarpone, Philadephia, taleggio, Zola…

aggiunte ONNIVORE

60 g di speck a bastoncino: rosolare in un padellino antiaderente a parte ed aggiungere a fine cottura al risotto alle mele

50 pancetta affumicata a pezzettini: rosolare in un tegame antiaderente senza nessun condimento fino a che diventerà croccante, aggiungere sopra al risotto nel piatto

80 g pasta di salsiccia: sbriciolare e cuocere assieme alle cipolle prima di aggiungere il riso

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Sara Grissino

Cuoca green, seguo la stagionalità degli alimenti nella preparazione dei miei piatti. Amo conoscere, sperimentare in cucina i prodotti della campagna e non solo. Solare, mi piace stare in mezzo alla gente, condividere emozioni ed imparare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.