Crea sito

Alimentazione e cancro, come PREVENIRE

alimentazione e cancro neoplasia ROSA

Alimentazione e cancro: per la risposta scientifica alle domande più frequenti, clicca qui.

Alcune abitudini alimentari, in particolare il consumo frequente di vegetali, possono ridurre il rischio di ammalarsi di cancro.

Alimentazione e cancro

Le date che hanno cambiato il modo di stare a tavola

1960

La ricerca sulle specifiche cause di cancro legate all’alimentazione inizia a produrre significativi risultati. Sono identificati alcuni cancerogeni chimici, in seguito vietati ed eliminati.

1967

Uno studio dimostra che gli immigrati giapponesi negli USA si ammalano, dopo qualche anno, di tumori simili a quelli degli americani. A conferma del ruolo degli stili di vita nello sviluppo dei tumori.

1969

L’oncologo Burkitt ipotizza che la mancanza di fibre nella dieta occidentale possa contribuire allo sviluppo del cancro del colon.

1973

Lo IARC di Lione diffonde i dati di incidenza del cancro divisi per Paesi. Numeri e tipi variano moltissimo: un’indicazione che le cause possono essere legate ad ambiente e stili di vita, oltre che a caratteristiche genetiche tipiche di ciascuna popolazione.

1981

Due epidemiologici britannici (Richard Doll e Richard Peto) stimano che il 30 – 35 % dei tumori possa essere prevenuto con una dieta caratterizzata da meno grassi e carne e più frutta e verdura.

tomato-alimentazione-e-cancro

Alimentazione e cancro

1982

La National Academy of Sciences pubblica negli USA il primo grande rapporto su cibo e cancro che comprende anche le prime linee guida per una corretta alimentazione.

1990

Vengono pubblicati molti studi che confermano la relazione tra alcuni cibi e il cancro ed evidenziano inoltre altre associazioni fra stili di vita e tumori. Risultano correlati il consumo di alcolici e tumori del colon e del seno.

1994

L’epidemiologa italiana Silvia Franceschi osserva che per la prevenzione del cancro una dieta varia è migliore di una dieta anche sana ma molto restrittiva.

1996

Gli epidemiologi Steinmetz e Potter dimostrano che le diete ricche di vegetali e frutta (comprendenti quindi fibre, sostanze antiossidanti e altri micronutrienti) riducono il rischio di ammarlarsi.

2004

Si chiude la raccolta dei dati di EPIC, lo studio epidemiologico sulle abitudini di vita degli europei, cofinanziato da AIRC, I risultati indicano che la dieta mediterranea è il modello alimentare più efficace nella prevenzione del cancro.

2012-13

I dati EPIC evidenziano che il consumo di flavonoidi (antiossidanti contenuti in molti cibi di origine vegetale) riduce il rischio di cancro gastrico.

2014

Da EPIC arrivano altre informazioni che dimostrano come l’obesità costituisca un fattore di rischio per molti tipi di tumori, in particolare se aumenta la circonferenza addominale.

Fonte: rivista Fondamentale di AIRC – Gennaio 2020

Pubblicato da Sara Grissino

Cuoca green, seguo la stagionalità degli alimenti nella preparazione dei miei piatti. Amo conoscere, sperimentare in cucina i prodotti della campagna e non solo. Solare, mi piace stare in mezzo alla gente, condividere emozioni ed imparare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.