Crea sito

SPADELLATA DI CALAMARI E CARCIOFI

La spadellata di calamari e carciofi è un piatto semolice da preparare ma davvero gustoso e saporito che può costituire un ottimo antipasto di una ricca cena o un secondo piatto in porzioni più abbondanti, come in questo caso. Il gusto dei carciofi si sposa bene con il saore dei calamari, per un insieme ottimo. A casa questo piatto è andato letteralmente a ruba e nessuno è rimasto scontento: io amo i carciofi alla follia ed è stat o faticoso rubarli a Mimmo mentre Serena ha divorato i calamari. Che dire……piaciuti e finiti !

  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 4 Calamari
  • 4 Carciofi
  • 1 spicchio Aglio
  • q.b. Olio extravergine d'oliva
  • 4 rametti Timo fresco
  • 1 cucchiaio Capperi sotto sale (Dissalati)

Preparazione

  1. Cominciamo a pulire i carciofi, eliminando le foglie esterne più dure. Man mano che li puliamo mettiamoli a bagno in acqua e limone per evitare che anneriscano. Teniamoli in ammollo un paio di ore, tagliati a spicchi. Se volete velocizzare la ricetta potete usare i carciofi surgelati di ottima qualità. In una padella antiaderente mettiamo uno spicchio di aglio con dell’olio extravergine di oliva. Quando è dorato eliminiamolo ed aggiungiamo i carciofi. Facciamoli cucinare a fuoco basso e coperchio  chiuso. Eventualmente ce ne fosse bisogno, aggiungiamo un pò di acqua calda. Aggiustiamo di sale e proseguiamo la cottura. Nel frattempo, tagliamo i calamari ad anelli, possibilmente tutti della stessa misura. Quando i carciofi sono quasi cotti aggiungiamo in pentola i calamari: tenete conto che i calamari hanno bisogno di pochi minuti di cottura. Aggiungete i capperi dissalati e terminate la cottura. A fuoco spento aggiungete qualche foglia di timo fresco ed impiattate. La spadellata di carciofi e calamari si serve caldissima, decorata con un rametto di timo.

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.