MARITATI SALENTINI CON CAPULIATO DI POMODORO SECCO E BURRATA (ricetta vegetariana !)

 

dav
dav

Quando la Puglia incontra la Sicilia nascono ricette deliziose, come in questo caso. Il capuliato di pomodoro secco Agriblea si sposa perfettamente con la cremosità della burrata. Se il tutto serve a condire una pasta buonissima come i “maritati” salentini i risultati sono davvero sorprendenti. Il capuliato biologico Agriblea è un prodotto “passepartout” la cui aggiunta permette di dare sapore e vivacità ad ogni piatto !

Con pochissimi ingredienti ed in una manciata di minuti si può portare a tavola un piatto gustosissimo, sano e genuino, che affonda le sue origini nella tradizione meridionale.

www.pomodorisecchi.com

Blog: www.pomodorisecchi.com/blog

https://blog.giallozafferano.it/orecchietteeforchette/

Pagina fb: tiziana orecchietteeforchette

Ricetta facilissima. Tempo di preparazione: 1/2 ora.

Ingredienti per 4 persone:

  • 350 gr. di maritati salentini (o altra pasta fresca);
  • ½ bicchiere di olio evo;
  • 1 spicchio di aglio;
  • Sale q.b.;
  • 1 burrata;
  • 50 gr. di capuliato biologico Agriblea (o di più a seconda dei gusti).

Per prima cosa mettiamo a lessare la pasta in acqua poco salata perchè il capuliato è abbastanza saporito. Io ho usato i tipici “maritati salentini”, cioè orecchiette e cavatelli, ma si può usare un qualunque tipo di pasta. Usando quella fresca si abbreviano di molto i tempi di cottura.

Nel frattempo prepariamo il sughetto di capuliato di pomodoro secco. In una capace padella rosoliamo in abbondante olio mezzo spicchio di aglio. Quando si è rosolato, togliamolo ed aggiungiamo il capuliato biologico Agriblea e proseguiamo la cottura per circa 1 minuto.  Prestate attenzione a tenere la fiamma molto bassa perché il capuliato potrebbe bruciarsi.  Scolate la pasta a metà cottura e terminate la cottura nel sughetto di capuliato, aggiungendo l’acqua di cottura della pasta se necessario.  A cottura della pasta terminata componiamo il piatto, aggiungendo il cuore della burrata che si scioglierà al contatto della pasta calda.

Precedente RISOTTO CON CACIOCAVALLO PUGLIESE, MANDORLE E GOCCE DI MIELE DI BOSCO MIELIZIA Successivo FILETTO DI MANZO IN CROSTA DI MANDORLE CON MELE E MIELE DI CORIANDOLO