La brioche senza burro e senza uova di Christophe Michalak

Per gli amanti delle brioche soffici, per gli amanti del mondo “senza” una super ricetta. Si tratta di una brioche senza burro e senza uova con una struttura davvero simile al cotone. E’ un impasto fantastico.

Per la pasta brioche

  • 380 g farina T55 o manitoba
  • 10 g lievito di birra fresco (2.8 g lievito secco)
  • 60 g zucchero
  • semi di1 baccello di vaniglia (mia aggiunta)
  • 260 g latte fresco intero
  • 70 g olio e.v.o. delicato o di semi
  • 4 g sale

Per la finitura

  • q. b. latte per la doratura
  • q.b zucchero in granella
  • q.b zucchero a velo

Disperdere il lievito nella farina, aggiungere lo zucchero, le eventuali spezie e far partire la planetaria usando la foglia.
Procedere inserendo il latte un po’ alla volta ed impastare sino a quando si formerà una massa omogenea.
A questo punto montare il gancio ed unire l’olio, sempre un po’ alla volta, attendendo che quello precedente sia stato incorporato e che l’impasto tenda a staccarsi dai bordi della planetaria prima di versarne ancora. Tenere una parte di olio per aggiungervi il sale, quindi unirlo all’impasto. L’impasto sarà pronto quando si staccherà dalle pareti e diventerà lucido, elastico e liscio.
Aiutandosi con una spatola versare l’impasto in una ciotola, coprire e lasciar lievitare sino al raddoppio (io ho messo in frigo per almeno 12h ).

Formatura e cottura

Rompere la lievitazione impastando con le mani e formare le pezzature per le brioche senza burro e senza uova.
Io ho optato per delle pezzature piccole, ma si può procedere come più si preferisce. Il tempo di cottura, ovviamente, varia in base alla dimensione.
Dividere in pezzi da 55 g e formare delle palline con un movimento antiorario della mano. Posizionare le palline su una teglia foderata con carta forno e porre a lievitare sino al raddoppio (assicurarsi che ci sia l’adeguata umidità per facilitare la lievitazione e non seccare le palline).
Quando le brioche saranno raddoppiate, spennellarle con il latte e cospargere con dello zucchero in granella. Infornare, in forno caldo, a 170°C sino a doratura (circa 20′, dipende dai forni). Quindi trasferirle su una gratella a raffreddare e spolverare, a piacere, con lo zucchero a velo.

Si possono congelare oppure conservare in un sacchetto per alimenti o in un porta torte, per evitare che si asciughino troppo. Nei giorni successivi, le brioche senza burro e senza uova possono essere lievemente riscaldate al microonde in modo che tornino soffici.

Seguimi sulla pagina facebook cliccando QUI.

error: Content is protected !!