ZEPPOLE ( TZIPPUAS) SARDE: RICETTA ANTICHISSIMA.

Quanti di voi conoscono le zeppole??? immagino in tantissimi…Si tratta di un dolce dalla pasta molto idratata, a forma di ciambella, che viene fritto. Esso viene realizzato principalmente in SARDEGNA, durante il periodo di carnevale, e durante il periodo estivo, nel mio paese vengono organizzate delle sagre apposite delle zeppole, accompagnate da esibizioni dei gruppi folkloristici.
Quella che vi presento io, è una ricetta antichissima, di una mia cara zia molto anziana. Si differenzia dalle altre sia per quanto riguarda i contenuti,in quanto sono completamente assenti le patate, sostituita da un formaggio fresco di capra, (che ha circa tre giorni), sia per il suo procedimento, in quanto prevede la separazione dei tuorli dagli albumi; per realizzarle occorrono circa 12 ore di lievitazione. Vi assicuro che il risultato è ottimo ed hanno un buon sapore. Un gusto davvero unico, che vi ricorderà proprio quello delle zeppole delle vostre nonne. A mio avviso questa è la vera ricetta delle zeppole; è quella che mi ha soddisfatto di più, fra tutte le ricette di zeppole che ho sperimentato negli ultimi anni.
E, voi non siete curiosi di provare questa ricetta antica, eccezionale delle zeppole sarde???

  • DifficoltàAlta
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo11 Ore
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni25/30 zeppole
  • CucinaItaliana

Ingredienti

ingredienti per fare le zippole(tzippuas)
  • 1 kgFarina 00
  • 6Tuorli
  • 6Albumi
  • 200 gFormaggio fresco un pò acidulo
  • 1/4Latte
  • 2 succo arance
  • 2scorza arance
  • 2 bustineZafferano
  • 5 gLievito di birra secco
  • 1 cucchiainoSale
  • 1 bicchierinoacqua vite o sambuca
  • 2 lOlio di semi di arachide per friggere

Strumenti

Strumenti per realizzare le zeppole:
  • 1 Ciotola terracotta
  • 1 Sbattitore elettrico
  • 1 Mestolo ( io lo uso di legno)
  • 1 Padella grande e profonda per friggere

Preparazione

Come preparare le zippole:
  1. Disponete nel recipiente di terracotta ( chiamata in sardo sa “scivedda”), i tuorli d’uovo leggermente sbattuti, le bucce grattuggiate delle arance, il succo, il formaggio (passato nel passa-verdura o in un robot da cucina), il sale, la farina e il lievito sciolto precedentemente in poca acqua tiepida. Impastate per almeno tre quarti d’ora, aggiungendo un poco per volta il latte e lo zafferano, ad ultimo incorporate gli albumi montati a neve e il liquore.Continuate a lavorare per 20 minuti a mano. Quando l’impasto diventerà morbido ed omogeneo, ponetelo a lievitare ben 12 ore, coperto da pellicola e da una coperta.

    Quindi se per esempio come nel mio caso è stato messo a lievitare alle 23 della notte, l’ indomani alle 10:30 del mattino, sarà pronto per friggere le vostre zeppole.

    Questa fase è molto delicata, perché se l’impasto lieviterà più del previsto, assorbirà molto olio in cottura, e rischierete di ottenere delle zeppole inzuppate d’olio.

  2. Prima di procedere con la frittura, riscaldate un pentolino con dell’acqua; questa vi servirà per bagnare le mani, ogni volta che preleverete una porzione di impasto per fare la zeppola.

  3. Nel frattempo portate l’olio a temperatura. Dopo di ciò, bagnatevi le mani nell’acqua tiepida e prendete dall’impasto ormai raddoppiato, un pezzetto di pasta strozzando la parte finale. Formate sul palmo della vostra mano una pallina. Con le dita formate il buco centrale e allargatelo.

  4. Tuffatele nell’olio ben caldo, e con il manico del vostro mestolo in legno, girate allargando delicatamente il buco; fate questo movimento fino a ché la zeppola non risale a galla. Dopo circa due minuti, giratela dall’altra parte. Fate cuocere fino a doratura.

  5. Una volta che sono cotte, scolatele prima su carta assorbente, e di seguito passatele in abbondante zucchero semolato.

    Le vostre zeppole calde, sono pronte per essere mangiate

  6. Questo è l’interno delle zeppole…la buona riuscita di quest dolce si capisce osservando l’interno: non devono risultare inzuppate d’olio ai bordi.

    Che dire!!! oggi si mangia da me con queste zeppole super saporite.

    Eh voi !!! …non vedete l’ora di condividere questo dolce in famiglia o con gli amici? Se seguirete passo per passo la mia ricetta, il successo è garantito.

    BUONA ZIPPOLATA!!!!!!

CONSERVAZIONE:

Inizio con il dirvi che le zeppole sono buone mangiate calde, ma si conservano fino a tre giorni ben coperte. Se volete, potete scaldarle nel fornetto.Ricordo che mie nonne le scaldavano nel caminetto, ed erano buonissime pure riscaldate.

VARIAZIONI

Al posto del formaggio fresco di capra, potete utilizzare quello di pecora.Io ho usato quello di capra semplicemente perché è di nostra produzione.

Seguitemi nella mia pagina facebook per rimanere sempre aggiornati https://www.facebook.com/Oggisimangiadame-, e sulla mia pagina instagram

4,3 / 5
Grazie per aver votato!