Pardulas de arrescottu: formagelle campidanesi

Oggi voglio presentarvi oltre alle “ pardulas” tonde classiche una tecnica differente di formare le “pardulas de arrescottu”: formagelle campidanesi;

si tratta di creare delle strisce di impasto più o meno lunghe e sottili e di posizionare su di esse tante palline di ripieno distanziate tra loro; po si deve pizziccare la pasta tra queste e si devono arrotolare su se stesse fino a formare una sorta di fiore.

La grandezza di queste “pardulas” varierà a seconda del numero di palline di ripieno che deciderete di mettere,io in questo caso ne ho messo solo 3, ma voi potete decidere di metterne anche 5 per esempio.

Che dirvi ancora!! oltre ad essere buonissime sono bellissime da vedere.

In sardegna vengono preparate sopratutto per Pasqua perché in questo periodo si produce maggiormente la ricotta, ma si preparano in tutto l’anno anche per altre feste o occasioni speciali quali matrimoni, battesimi ecc

  • DifficoltàMedia
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la sfoglia delle pardulas ( formagelle)

350 g semola rimacinata di grano duro
700 g di farina 00
100 g di strutto
3 uova intere
1 pizzico di sale
200 ml di acqua (quanto assorbe la pasta)

Per il ripieno

1 kg di ricotta
200 g di zucchero
200 g di farina 00
6 tuorli medi
2 bustine di zafferano
2 scorza di arancia grattugiate
1 scorza di limone grattugiata
q.b. miele per spennellare
q.b. momperiglia arcobaleno

Strumenti

1

Passaggi

Come prepararae la sfoglia per pardulas

in una ciotola unite tuttti gli ingresdienti e impastateli per 15 minuti fino ad ootenere una massa omogenea; poi dividetelo in piccoli pezzi e passate ciascuno pezzo nell macchina per la pasta partendo dallo spessore più grosso fino ad arrivare allo spessore di 2mm; e ricavate tante sfoglie sottili.; con uno stampo rotondo del diametro di 8 cm ricavate tanti dischetti;

alcune sfoglie invede dividetele in strisce lunghe 15 cm e larghe 3 cm;

tenete tuuto da parte e copritelo con pellicola o un panno per evitare che la pasta si inumidisca.

Come preparare il ripieno delle pardulas de arrescottu

Innanzitutto dovete usare una ricotta molto asciutta; quindi dovete lasciare la ricotta a scolare dal siero almeno 2 giorni in frigorifero; oppure copritela con un panno per almeno 12 ore avendo cura di cambiare il panno ogni tanto.

Quando la ricotta risulterà perfettamente asciutta, passatela al setaccio, aggiungete lo zucchero, i tuorli, lo zafferano, le scorze dell’arancia e del limone e impastate per bene;poi incorporate poco per volta la farina setacciata.

Successivamente lasciate riposare il ripieno per almeno 2 ore; questo tempo è necessario per far sciogliere lo zucchero.

Come formare le pardule

una volta che avete preparato le basi potete finalmente comporre le vostre pardulas;

per le “pardulas” tonde:

disponete su ciascun cerchietto una pallina di ripieno del peso di 50 g e formate le punte pizzicando la pasta con il pollice e l’indice.

posizionate le pardulas su una teglia rivestita di carta a forno e infornatele a180 ° per 30 minuti; gli ultimo 5 minuti potete azionare il grill per farle dorare leggermente.

per la seconda versione invece posizionate 3 palline distanziate tra loro lungo la striscia e pizzicate la pasta tra una pallina e l’altra. richiudetela fino a formare un fiore ( che viene sempre diverso in base a quante palline decidete di mettere)

posizionate le “pardulas” su una teglia rivestita di carta a forno e infornatele a 180 ° per 30 minuti; gli ultimo 5 minuti potete azionare il grill per farle dorare leggermente.

Una volta fredde cospargetele di miele e di momperiglia.

/ 5
Grazie per aver votato!