Crea sito

RICETTE SARDE: PARAFRITTUS” FRATI FRITTI

Oltre alle zeppole “tzippuas” in sardegna, un’altro dolce caratteristico del periodo di carnevale sono is parafrittus ” frati fritti o fatti fritti.Il nome ha subito delle modifiche con il tempo, ma il nome originario usato in SARDEGNA è quello di parafrittus = frati fritti. Ciò che distingue queste ciambelle fritte, dagli altri dolci di carnevale è proprio la striscia bianca che si forma in cottura, che ricorda appunto il cordone bianco del saio dei frati( in sardo frate si dice “para”).
Vi lascio ora alla mia ricetta.
Buona frittura.

  • DifficoltàAlta
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura6 Minuti
  • Porzioni40 frati fritti
  • CucinaItaliana

Ingredienti

INGREDIENTI PER I parafrittus ( frati fritti)
  • 750 gFarina 00
  • 750 gFarina Manitoba
  • 6uova
  • 200 gzucchero
  • 3 arance, scorza
  • 150 gStrutto
  • 1 pizzicosale
  • 2 bustineVanillina
  • 60 glievito di birra fresco (OPPURE 25g)
  • 500 mllatte
  • 1 bicchiereVermouth
  • 2 lolio di semi di arachide per friggere
  • q.b.Zucchero per spolverare

Strumenti

STRUMENTI DA IMPIEGARE:
  • 1 Ciotola di vetro o terracotta
  • 1 Frusta
  • 1 Coppapasta ROTONDO
  • 1 Mattarello
  • 1 Padella in ghisa grande e profonda per friggere

Preparazione

Come preparare is ” parafrittus” frati fritti o fatti e fritti
  1. Per prima cosa disponete le uova in “sa sxivedda”( recipiente di terracotta usato in Sardegna), unite lo zucchero, la scorza dell’ arancia, il sale e la vanillina; sbattete per bene il tutto con una frusta, fino ad ottenere un composto semi spumoso.

    Incorporate poco per volta la farina setacciata e il levito sciolto in poca acqua tiepida; alternate con l’aggiunta del latte leggermente intiepidito, ed iniziate ad impastare, fino a ché esso non sarà completamente assorbito.

    Arrivati a questo punto, unite lo strutto.

    Infine come ultimo ingrediente aggiungete il bicchiere del liquore; mi raccomando, questo passaggio è essenziale, in quanto fa si che i vostri frati fritti non assorbano olio in cottura.

    Impastate bene,e fate lievitare il tutto coperto, in un luogo caldo per 6 ore se utilizzate 25 grammi di lievito; se invece deciderete di usarne 60 grammi, fate lievitare per 2 ore e mezza.

  2. Una volta che la prima fase di lievitazione si è conclusa, capovolgete l’impasto su di un piano di lavoro infarinato; rimpastate e stendete la pasta con un mattarello dello spessore di 2/3 centimetri.

    Servitevi di un coppa pasta rotondo del diametro di circa 8/10 cm di diametro o di un bicchiere, e modellate le rondelle;

    Con l’aiuto di un beccuccio di un sac à poche forate il buco centrale.

    Impastate nuovamente i ritagli, e ripetete quest’operazione fino ad esaurimento della pasta.

    Sistemate le forme così ottenute, su una tovaglia ben infarinata e coprite con un altro telo di cotone, più sovrapponetevi una coperta sopra.

    Fate lievitare fino a che diventano belli gonfi.

    Se utilizzerete 25 grammi di lievito per la seconda lievitazione, saranno necessarie ulteriori 6 ore;

    se invece opterete per i 60 g di lievito, la seconda lievitazione sarà molto più breve ,circa 2 ore.

  3. Quando noterete che la lievitazione sta per completarsi , portate l’olio alla temperatura di 170°/180°.

    Friggete i vostri frati fritti 5 per volta, altrimenti se ne accumulerete troppi nello stesso momento, questo diminuirà la temperatura dell’olio.

    Cuoceteli a fuoco basso, prima da un lato, poi dall’altro in questo modo si formerà la striscia bianca che è caratteristica di questo dolce.

    ATTENZIONE: è molto importante mantenere la temperatura dell’ olio bassa, in quanto fara’ in modo che i vostri frati fritti cuociano bene all’interno, evitando così il rischio che rimangano crudi.

    Scolateli su carta assorbente, e passateli in abbondante zucchero. Serviteli caldi, sono più buoni.

CONSERVAZIONE

Conservate i frati fritti ben coperti da un canovaccio.Il giorno dopo risulteranno più asciutti,vi consiglio quindi di riscaldarli al forno o al microonde.

LINK SOCIAL:

Per rimanere sempre aggiornati potete seguirmi sulla mia pagina facebook:https://www.facebook.com/Oggisimangiadame-101584468039893/ e su https://www.instagram.com/lillacuoca/?hl=it

5,0 / 5
Grazie per aver votato!