“Moddizzosu”: il pane alle patate del campidano

“Moddizzosu”: il pane alle patate del campidano si prepara con la semola rimacinata, una piccola percentuale di farina e le patate; a conferirgli sofficità e morbidezza a lungo sono proprio queste ultime.
Esistono diverse ipotesi sull’origine del nome: alcuni sostengono che il termine “moddizzosu” deriva da “moddizzi“, il lentischio utilizzato per cuocere il pane nel forno a legna;altri invece affermano che deriva dalla morbidezza di questo pane: infatti “moddi” in sardo significa molle, morbido.
Come si può vedere dalle foto il pane presenta una forma tonda, una crosta spessa e un alveolatura molto fitta.
Come tutti i lievitati sardi ci vuole cura nella lavorazione e sopratutto tempo per arrivare alla giusta lievitazione; ma tutto questo è ripagato dal risultato finale;si ottiene infatti un pane molto gustoso e ricco di calorie.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo6 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti:

  • 800 gdi semola rimacinata
  • 200 gdi farina
  • 500 gdi patate lessate
  • 100 gdi strutto
  • 1 bustinadi lievito di birra secco
  • q.b.sale
  • q.b.miele
  • q.b.acqua tiepida

Strumenti utilizzati

  • 1 ciotola di terracotta

Preparazione per il pane “moddizzosu”, il pane alle patate del campidano

  1. Come praparare “moddizzosu”, il pane alle patate del campidano.

    In una ciotola versate la semola e la farina ,il lievito,lo strutto, il miele e le patate schiacciate; aggiungete poco alla volta l’acqua tiepida e impastate per 15 minuti fino ad ottenere una massa omogenea.

    Coprite l’impasto ottenuto con della pellicola e fatelo lievitare per 4 ore, fino al raddoppio del volume.

  2. Terminata la fase di lievitazione, togliete il composto dal contenitore e fate delle pieghe intervallate da 5 minuti per tre volte.

    Dopo di ciò , suddividete l’impasto in porzioni dal peso di 250 g/ 300 g l’una; formate delle pagnotte tonde e ponetele a lievitare in una tovaglia precedentemente spolverata con la semola, per cira 2 ore.

  3. Una volta che la seconda fase di lievitazione si è completata,( verificate ciò, provando a sollevare le pagnotte con le mani; se queste risulteranno piuttosto leggere significa che il pane è ben lievitato)

  4. Preriscaldate il forno e posizionate all’ interno un pentolino d’acqua.

    Infornate il pane in forno statico a 200° per i primi 15 minuti, poi abbassate la temperatura a 190° e proseguite la cottura per altri 15/20 minuti

  5. Infine sfornate il pane moddizzosu e fatelo raffreddare su di una gratella.

CONSERVAZIONE

Conservate il pane fino a 5 giorni ben coperto.

3,8 / 5
Grazie per aver votato!