Cannoli di patate filanti

I cannoli di patate filanti sono un secondo piatto a base di un impasto fatto con farina e patate, farciti poi con prosciutto cotto e formaggio filante, da cuocere fritti o al forno, un piatto alternativo che soddisferà tutta la famiglia, la farcitura potrete personalizzarla in base ai vostri gusti, ottimi anche con speck, pancetta, mozzarella o stracchino.

cannoli di patate filanti

cannoli di patate filanti

Vediamo insieme come preparare questa sfiziosa ricetta:

ingredienti:

  • grammi 250 di patate
  • grammi 130 di farina
  • un uovo piccolo
  • un pizzico di sale
  • pan grattato
  • grammi 50 di prosciutto cotto
  • grammi 50 di scamorza affumicata
  • un uovo per l’impanatura
  • olio per friggere q.b. (io di arachidi)

procedimento:

Lessate le patate con la buccia, lasciate intiepidire, sbucciatele e schiacciatele con uno schiacciapatate.

In una ciotola impastate le patate schiacciate con la farina, l’uovo ed il pizzico di sale.

Stendete l’impasto su un piano di lavoro aiutandovi con la farina, ricavate dei rettangoli della misura desiderata.

Su ogni rettangolo distribuite una fettina sottile di prosciutto cotto e una di scamorza affumicata (o altro formaggio a fette).

Arrotolate i rettangoli di patate dando loro la forma dei cannoli.

Immergete velocemente i cannoli prima nell’uovo sbattuto e poi nel pan grattato.

Fate riscaldare abbondante olio in una padella con bordi alti, quando avrà raggiunto la temperatura giusta cuocete i cannoli fino a quando saranno dorati, ci vorranno pochi minuti.

Lasciate assorbire l’unto in eccesso su carta forno e servite a tavola.

Se preferite cuocerli nel forno basterà stendere un foglio di carta forno sulla teglia, ungerlo di olio e cuocere a 200° per 15-20 minuti girandoli a metà cottura.

In entrambi i casi consiglio di servire i cannoli di patate caldi.

Ricetta vista QUI

Se ti piacciono le mie ricette e vuoi restare sempre aggiornato, trovi OGGI SI CUCINA anche sulla pagina FACEBOOK

 

 

Precedente Muffin con gocce di cioccolato e cuore morbido Successivo Cavatelli ai frutti di mare e zafferano

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.