Crea sito

Pane fritto messinese

Durante le torridi estati siciliane cosa c’è di meglio dell’uscire dal panificio con una bella busta piena di pane fritto bollente? Ah no? Mi dite che non è la stagione giusta? Eppure, ogni volta che vado in vacanza e mi ritrovo a passeggiare fra le stradine del paese, non riesco a fare a meno di spizzicare uno degli street food messinesi, utilizzato spesso come antipasto fra i rustici e i salumi: il pane fritto messinese.

E quando sono lontana da quel paesino di mare e dai suoi panifici non posso che prepararmelo in casa, il pane fritto. Croccante fuori e morbido dentro, da mordere a temperatura lava per pentirsene subito dopo, sapendo che in fondo ne sia valsa la pena.

Pronti a prepararlo insieme a me?

pane fritto alla messinese
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di riposo6 Ore
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni25 – 30 pezzi
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gsemola rimacinata di grano duro
  • 280 gacqua
  • 10 gsale
  • 5 glievito di birra fresco
  • q.b.olio di semi di arachide (o di girasole)

Preparazione

  1. Prepariamo l’impasto per il pane con i classici e semplici ingredienti: farina, acqua, sale e lievito.

  2. Sciogliamo il lievito di birra in parte dell’acqua e aggiungiamolo alla farina di semola rimacinata di grano duro, iniziando a impastare, a mano o con una planetaria.

  3. Aggiungiamo in più parti anche la restante acqua e, per ultima cosa, uniamo il sale.

  4. Lavoriamo fino a formare un panetto liscio. Riponiamolo in una ciotola unta d’olio e copriamo per bene, lasciando in un luogo caldo a far lievitare, fino al raddoppio. Dovrebbero servire almeno 6 ore, anche qualcuna in più se la temperatura in casa è un po’ più bassa.

  5. Quando il pane sarà ben lievitato facciamo scaldare l’olio per friggere in una padella profonda. Intanto trasferiamo il pane su un vassoio infarinato (sempre con la semola rimacinata) e creiamo un filone. Da questo filone tagliamo dei bastoncini spessi circa due centimetri.

  6. Friggiamo questi bastoncini di pane nell’olio che sfrigola, fino a dorarli su tutti i lati. Scoliamoli su della carta assorbente e aggiungiamo un po’ di sale.

  7. pane fritto siciliano croccante

    Il nostro pane fritto è pronto!

Un consiglio in più

L’ideale sarebbe consumare il pane fritto appena fritto, ma nel caso in cui non sia possibile non preoccupatevi, anche freddo sarà ottimo! Cercate, comunque, di consumarlo in giornata o, al massimo, passatelo per qualche minuto in forno nel caso in cui lo voleste croccante il giorno dopo.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.