Crea sito

Sffincione palermitano

Una delle cucine più antiche d’Italia è quella siciliana. Palermo in particolare, conserva ricette speciali, originali e gustosissime. Tra le tante specialità, troviamo lo Sfincione palermitano, una sorta di focaccia rustica, morbida e dal sapore unico.

La base viene preparata con l’impasto tipico della pizza. Mentre il condimento che lo ricopre è una salsa di pomodoro, arricchita con della cipolla tritata e profumata con trito di basilico e origano. Per completare si aggiunge il caciocavallo tagliato a cubettini, delle acciughe e una spolverata abbondante di pangrattato.


E ora salite sulle nuvole, si parte con la ricetta! 😊

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di riposo4 Ore
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni3 sfincioni
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la salsa
  • 400 gpomodorino in scatola
  • 1cipolla dorata
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • 1 q.b.sale
  • q.b.pepe
  • q.b.origano
  • 5 fogliebasilico

Per la pasta

  • 500 gfarina 00
  • 320 mlacqua (tiepida)
  • 20 glievito di birra fresco
  • 6 gzucchero
  • 35 golio extravergine d’oliva
  • 10 gsale

Per la farcitura

  • 60 gcaciocavallo
  • 4acciughe sott’olio (tagliate a pezzetti)
  • 30 gpangrattato

Preparazione

Preparate la salsa
  1. Sbucciate la cipolla e tritatela finemente. Aprite la scatola dei pomodori, versateli e passateli nel passa verdure. Mettete l’olio in un tegame e versate la cipolla tritata. Fatela ammorbidire leggermente, facendo attenzione a non farla dorare. Aggiungete il pomodoro passato, il basilico tritato, un pizzico di sale, pepe e origano. Versate un po’ d’acqua, mescolate la salsa e lasciatela cuocere per circa quindici minuti, finché risulta stretta.

    Una volta cotta, spegnete il fuoco e lasciatela raffreddare.

Preparate la pasta

  1. Sbriciolate il lievito, mettetelo in una ciotolina e scioglietelo con 1/2 dl di acqua. Aggiungete lo zucchero, un po’ di farina e mescolate. Lasciate riposare il composto per quaranta minuti.

    Versate la farina su un piano, fate una montagnetta e una fossetta al centro. Mettete nei bordi il sale e al centro il composto di lievito che avete preparato prima, l’olio e il resto dell’acqua. Mescolate tutti gli ingredienti, facendo attenzione a non far toccare il lievito con il sale.

    Impastate velocemente tutti gli ingredienti per circa dieci minuti, finché la pasta diventa liscia, morbida ed elastica. Formate una palla, ungetela con un po’ d’olio, mettetela dentro una ciotola e copritela con un canovaccio asciutto. Lasciatela lievitare per circa due ore, finché raddoppia di volume.

    Trascorso il tempo, riprendete la pasta e lavoratela velocemente. Dividetela in tre palline tutte uguali e lasciatele riposare per dieci minuti.

Distendete e condite la pasta

  1. Prendete tre teglie rotonde e oliatele con l’olio. Distendete in ogni teglia le palline e schiacciatele con le dita

    Versate la salsa su ogni sfincione e distribuite i pezzetti di acciughe e formaggio su tutta la superficie. Spolverizzate ogni sfincione con il pangrattato e l’origano.

    Lasciate lievitare gli sfincioni per circa un’ora e mezza coperti con un canovaccio.

Ultimate con la cottura

  1. Fate scaldare il forno.

    Togliete i canovacci dalle teglie e mettete gli sfincioni in forno. Fate cuocere a 250°C per circa venticinque minuti. Sfornate e serviteli caldi.

Consigli

Se volete rendere lo sfincione più leggero, non aggiungete le acciughe e il formaggio.

Per agevolare la lavorazione degli ingredienti, infarinatevi le mani.

Dopo la prima lievitazione dello sfincione, è fondamentale lavorare di nuovo la pasta (come ho indicato nella preparazione), per poi lasciarla lievitare ancora. Questo trucchetto renderà lo sfincione gonfio e soffice.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!