Crea sito

Panettone

Il Panettone è uno dei tanti dolci della tradizione Natalizia.
Una preparazione lunga e complessa, infatti per elaborarlo occorre precisione e soprattutto parecchia pazienza. Inoltre, per ottenere un prodotto di ottima qualità è necessario adoperare ingredienti freschi e di qualità.
Una sfida difficile che ho accettato anche io, scegliendo di lavorare il panettone a mano, senza planetaria. Quindi, prima di cominciare ho acquistato tutti gli ingredienti necessari. L’unico problema è sorto per la mancanza dello stampo, poiché non sono riuscita a trovarlo in nessun negozio e supermercato della mia zona. Oltretutto ordinarlo online non mi permetteva di realizzarlo in tempo. Pertanto, ho pensato di creare uno stampo fai da te.

Per realizzare lo stampo ho utilizzato una teglia rotonda di 20 cm di diametro con cerniera, due fogli di carta alluminio e due di carta da forno. Tagliando una forma rettangolare di cm 68 di lunghezza per 30 cm di larghezza, da piegare in due. Quest’ultimi elementi vi serviranno per dare la forma allo stampo e rivestirlo interamente. Mentre la teglia per sostenerlo. In ogni caso, se avete lo stampo vi suggerisco di adoperarlo senza esitare.
Fatto ciò, siete pronti per impastare il panettone. La lavorazione è abbastanza laboriosa, ma per non trovarvi in difficoltà, prima è opportuno che vi organizzate. Una volta impastato, dovete rispettare i tempi di lievitazione, che deve essere lenta. Tanto che più si prolunga più il panettone risulta soffice e ben alveolato.
Il mio panettone fin dal principio ha ricevuto tutte queste attenzioni. Per iniziare ho usato ingredienti freschissimi e di ottima qualità, pesandoli e dosandoli bene. Ho selezionato i vari impasti per ordine e rispettato i tempi di lievitazione, cottura e riposo del panettone.


Alla fine, nonostante la difficoltà che comporta la preparazione del dolce, posso dire che il mio primo panettone è riuscito una vera delizia! Son soddisfazioni! 😊

Il Panettone è una ricetta tradizionale e raffinata sempre all’altezza di una grande festa! Buone feste a tutti in sicurezza!

E ora salite sulle nuvole, si parte con la ricetta! 😊

  • DifficoltàMolto difficile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo22 Ore
  • Tempo di cottura50 Minuti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la biga
  • 75 gfarina Manitoba
  • 15 glievito di birra fresco
  • 5 gmiele
  • 50 mlacqua

Per il primo impasto

  • 200 gfarina Manitoba
  • 40 gburro
  • 5 glievito di birra fresco
  • 50 mlacqua
  • 80 gzucchero
  • 60 gtuorli
  • Mezzo cucchiainomiele
  • 1 pizzicosale

Per il secondo impasto

  • 150 gfarina Manitoba
  • 60 mltuorli
  • 60 gzucchero
  • Mezzo cucchiainomiele
  • 60 gburro
  • 1bacca di vaniglia
  • 3 gsale
  • 1scorza d’arancia (grattugiata)
  • 70 guvetta
  • Mezzaaroma al rum (fialetta)

Per la cottura

  • q.b.burro

Strumenti

Per lo stampo
  • 1 Teglia 20 cm di diametro con cerniera
  • 2 Carta forno fogli di cm 68 lunghezza e 30 larghezza
  • 2 Alluminio fogli di cm di lunghezza e 30 di larghezza
  • 2 Alluminio cerchi di 20 cm
  • 2 Carta forno cerchi di 20 cm

Preparazione

Per lo stampo
  1. Costruite lo stampo

    Se non avete lo stampo del Panettone procedete in questo modo.

    Procuratevi una teglia di circa 20 cm di diametro. Prendete la carta da forno e l’allumino stendetele su un piano e ritagliate quattro rettangoli di misura 68 di lunghezza per trenta di larghezza. Ritagliate un cerchio di alluminio di 20 cm di diametro e due di carta da forno della stessa misura. Poggiate il primo cerchio di carta da forno all’interno della teglia. Ora piegate i due fogli rettangolari di carta d’alluminio e mettete il primo attorno alla teglia. Allungate i lembi e poggiate il secondo foglio. Avvolgete e rinforzate entrambi i fogli, facendo pressione per farli attaccare. Mettete all’interno il foglio rettangolare della carta da forno e disco alla base.

  2. Preparate la biga

    Mettete la farina in una ciotola con il lievito, il miele e l’acqua. Mescolate gli ingredienti e formate una palla. Prendete un coltellino affilato o una lametta e fate una croce sopra la superficie della pasta. Lasciate lievitare la pasta per dodici ore coperta.

  3. Preparate il primo impasto

    Trascorso il tempo, prendete la biga e mettetela dentro una terrina (questa operazione va fatta se volete impastare a mano, mentre se preferite velocizzare il lavoro, ponetela dentro la planetaria). Unite i tuorli pesati e miscelate i due ingredienti, fino a farli amalgamare completamente. Aggiungete la farina, lo zucchero pian piano, l’acqua e mescolate con le mani gli ingredienti. Se usate la planetari, fate lavorare l’impasto lentamente per circa quindici minuti. Unite il burro poco alla volta, lasciando che si assorba nella pasta.

    Mettete l’impasto su un piano infarinato e lavoratelo velocemente, aiutandovi con un tarocco. Sistemate la pasta dentro una ciotola e copritela con la pellicola. Fatela lievitare per circa quattro ore.

    Preparate l’uvetta

    Mettete l’uvetta dentro una ciotola con l’acqua e lasciatela a mollo per quattro ore.

  4. Preparate il secondo impasto

    Trascorso il tempo, sgonfiate la pasta e lavoratela con le mani sopra un piano infarinato. Lasciatelo riposare per mezz’ora.

    Mettete dentro una ciotola o all’interno di una planetaria. Unite la farina, la scorza grattugiata d’arancia. Incidete la bacca di vaniglia e con un coltellino fate scivolare dentro tutti i semini (se preferite utilizzate una bustina di vanillina). Unite la mezza fialetta di rum e lavorate l’impasto velocemente. Unite un pizzico di sale, i tuorli pesati, fino a farli assorbire completamente.

    Unite il burro pian piano e aumentate la velocità della planetaria. Se impastate a mano, lavorate la pasta velocemente. Quando il composto risulterà omogeneo, lucido e resistente, aggiungete l’uvetta strizzata.

    Lavorate l’impasto a mano sempre battendo, fino a che non risulta tutto assorbito.

  5. Ultima lievitazione

    Mettete la pasta dentro una ciotola e lasciatela riposare per circa quindici minuti dentro il forno con la luce accesa.

    Passato il tempo, comprimete l’impasto fra le mani unite, lavorandolo con un movimento rotatorio. Ponetelo dentro dentro lo stampo e fate lievitare il Panettone per circa due ore in un luogo tiepido. Dopodiché, lasciatelo lievitare per circa otto ore a temperatura ambiente, finché l’impasto avrà raggiunto il bordo dello stampo.

  6. Cuocete il panettone

    Trascorso il temo di lievitazione, lasciate riposare il panettone per venti minuti, finché si formerà una sorta di pellicola in superficie. Prendete un coltellino affilato e fate sopra la superficie una croce. Adagiate al centro una noce di burro.

    Mettete il panettone in forno e cuocetelo a 180°C per circa 50 minuti. Provate la cottura con uno stecchino lungo, inserendolo al centro del dolce. Se uscirà asciutto e pulito, vuol dire che il panettone è cotto.

    Togliete il panettone dal forno. Lasciatelo raffreddare leggermente e infilzatelo al centro con due stecchi lunghi o due ferri di lana. Poggiateli sopra due cilindri, assicurandovi che reggano. Lasciate raffreddare e riposare il panettone per circa dieci ore.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!