Ciambella al passito ricetta dolce

La ciambella al passito è una torta soffice, profumata e molto, molto golosa. La sua particolarità sta nell’impiego del vino passito, che dà a questo dolce un sapore squisito inconfondibile.

La ciambella al passito è perfetta per chiudere un pranzo o una cena, o anche per una golosa merenda. La ricetta originale proviene dalla rivista Più Dolci, numero 92. Come di consueto per me, ho modificato le dosi originarie, riducendo il burro e riscalando di conseguenza zucchero e uova. Sono stata davvero contenta del risultato! Poi, non so voi, ma io adoro il vino passito e in questa torta si assapora tutto il suo inconfondibile aroma! Questa ciambella raggiunge il massimo se arricchita con delle pesche, in mancanza di quelle fresche usate pure quelle sciroppate, o anche della confettura di pesche.

 

Ciambella al passito, ricetta dolce
  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 35 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 8 persone
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 250 g farina
  • 180 g zucchero di canna chiaro
  • 100 g vino passito
  • 80 g Burro
  • 3 uova
  • ½ bacche vaniglia
  • 10 g Lievito in polvere per dolci
  • 2 pizzichi Sale
  • 2 pesche noci (o sciroppate o confettura di pesche)

Preparazione

  1. Montate il burro morbido con lo zucchero, poi incorporate le uova, una alla volta, facendo assorbire ciascun uovo prima di aggiungere il successivo.

  2. Unite a filo il vino, poi setacciate sulla massa la farina e mescolate con cura.

  3. Da ultimo unite la vanillina, il sale e infine il lievito setacciato.

  4. Versate l’impasto nello stampo (da 25-26 cm di diametro) unto e infarinato e disponete sulla superficie le pesche a fettine, oppure dei cucchiaini di confettura di pesche.

     

  5. Cuocete la ciambella al passito in forno preriscaldato a 175° per 30-35 minuti.

     

Note

  • Quando non è stagione di pesche, la confettura è una valida alternativa!
  • Si consiglia di conservare la ciambella al passito in frigo, dove si manterrà per 2-3 giorni.

 

Ti piacciono le mie ricette e vuoi essere sempre aggiornato? Clicca “Mi piace” e seguimi anche su Facebook! Grazie!!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “Ciambella al passito ricetta dolce”

  1. Ciao, mi chiamo Agnese Mori, sono una studentessa di 20 anni.
    Volevo farti i complimenti perché le tue ricette sono tutte meravigliose, una più bella dell’altra, davvero. La ricetta di questa torta mi ispira moltissimo. Volevo chiederti se al posto del passito posso usare il fragolino. Qualche giorno fa è venuto un mio amico a cena e mi ha portato una bottiglia di fragolino. Io non, però, non bevo e mi piacerebbe usarlo per fare questo dolce. Poi al posto delle pesche metterei delle fragole. Quello che mi interessava sapere era se poteva essere utilizzato allo stesso modo o se devo fare dei cambiamenti nella dose degli altri ingredienti.
    Ancora moltissimi complimenti per il sito!
    Agnese

    1. Ciao Agnese, grazie mille! Sei davvero molto gentile! :)
      Sinceramente, io non sostituirei il passito con il fragolino (che, tra l’altro, è molto più alcolico). Per quanto riguarda il fragolino, potresti usarlo per aromatizzare una crema al mascarpone, come questa: https://blog.giallozafferano.it/notadolce/crema-al-mascarpone-e-yogurt-ricetta-dolce/ , da usare in una crostata di frutta, oppure in un budino o in una panna cotta, o, ancora, in una cheesecake. Direi che il fragolino può essere usato bene in dolci freschi come quelli che ti ho suggerito, piuttosto che in un dolce da forno come questa torta. Ti consiglio vivamente di provare questa ciambella, al supermercato ci sono vini passito dal prezzo abbordabile, e io stessa mi ripropongo di usarlo per altri dolci in futuro…quindi direi che è un buon investimento alla fine :)
      Fammi sapere poi e grazie ancora per i tuoi graditissimi complimenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.