Focaccia salata

ricetta facile per focaccia salata: chi non l’ha mai portata come spuntino all’intervallo? Semplice, ripiena, fredda, riscaldata, la focaccia non può mancare nella dieta italiana.

  • CucinaItaliana

Ingredienti

Strumenti

Passaggi

ingredienti:

380 gr farina

6 cucchiai olio

15 gr lievito di birra (o 1 bustina lievito per focacce)

1,5 dl acqua tiepida

1 cucchiaio sale grosso

1 cucchiaio sale fino

ricetta: sciogliete il lievito in un dl di acqua tiepida e fatelo riposare 15 minuti. In una ciotola, versate farina, sale fino, e unite l’acqua col lievito e poi l’acqua rimanente. Coprite l’impasto e fatelo lievitare per 2 ore. Dopo, stendetelo su carta forno o una teglia unta. Premeteci sopra le dita per creare fossette, poi spalmate abbondante olio e spargete il sale grosso. Infornate a 250 per 20 minuti. Sarà dorata e più chiara nelle fossette.

Salty focaccia

ingredients:

380 gr flour

6 tablespoons oil

15 gr brewer’s yeast (or 1 sachet of yeast for focaccia)

1.5 dl lukewarm water

1 tablespoon coarse salt

1 tablespoon fine salt

recipe: dissolve the yeast in a dl of warm water and let it rest for 15 minutes. In a bowl, pour the flour, salt, and add the water with the yeast and then the remaining water. Cover the dough and let it rise for 2 hours. Then, spread it out on parchment paper or a greased baking sheet. Press on your fingers to create dimples, then spread plenty of oil and add the coarse salt. Bake at 250 for 20 minutes. It will be golden and lighter in the dimples.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da noproblemincucina

Ciao a tutti. Benvenuti sul mio blog. La mia missione è lottare contro lo spreco alimentare. Fedele sostenitrice della schiscetta e dotata di fantasia quando si tratta di riciclare avanzi, non escludo nessuna pietanza dalla mia tavola: carne, verdura, frutta, e più importanti: i dolci. Questo blog parlerà di ricette, ma anche di risparmio, vita più green, coltivazione ed ecocompatibilità in generale. Non sono una brava esteta, scusate le pessime immagini, ma vi prometto che il sapore è sempre meglio di come appare nelle fotografie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.