Come preparare le uova in purgatorio

Non fatevi spaventare da quell’angolo pasticciato. È sempre uovo, ma strapazzato, perché mio padre lo preferisce così ( e io non sporco due padelle, le faccio tutte insieme)

Oggi colazione salata con uovo, pane tostato per fare scarpette e succo di frutta.

Le avete mai mangiate al mattino? Sono una sferzata di energia😋

  • CucinaItaliana

Ingredienti

Strumenti

Passaggi

Ingredienti:

5 uova

1/2 cipolla tritata

200 gr salsa di pomodoro( o pomodorini freschi tagliati, ma il tempo di cottura si allunga)

Sale, pepe

Olio

Ricetta: tritate la cipolla, fatela rosolare in padella. Quando è dorata aggiungere salsa, sale, pepe, fare cuocere a fuoco basso 5 minuti col coperchio, poi un paio di minuti senza. Fare posto nella salsa con un cucchiaio e metterci le uova. Per l’uovo strapazzato, sbattete l’uovo in una scodella, mescolatelo a due cucchiai di salsa presi dalla padella e poi versatelo in un angolo unendolo ad altra salsa. Cuocere 5 minuti col coperchio, poi toglierlo, girare le uova, strapazzare bene l’altro e fare friggere fino al punto desiderato.

Eggs in purgatorio

Ingredients: 5 eggs 1/2 chopped onion 200 gr tomato sauce (or freshly cut cherry tomatoes, but the cooking time gets longer) Sale, pepper Oil Recipe: chop the onion, brown it in a pan. When it is golden, add the sauce, salt, pepper, cook over low heat for 5 minutes with the lid on, then a couple of minutes without. Make room in the sauce with a spoon and put the eggs in it. For the scrambled egg, beat the egg in a bowl, mix it with two tablespoons of sauce taken from the pan and then pour it into a corner adding it to other sauce. Cook with the lid for 5 minutes, then remove it, turn the eggs, scramble the other well and fry until desired

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da noproblemincucina

Ciao a tutti. Benvenuti sul mio blog. La mia missione è lottare contro lo spreco alimentare. Fedele sostenitrice della schiscetta e dotata di fantasia quando si tratta di riciclare avanzi, non escludo nessuna pietanza dalla mia tavola: carne, verdura, frutta, e più importanti: i dolci. Questo blog parlerà di ricette, ma anche di risparmio, vita più green, coltivazione ed ecocompatibilità in generale. Non sono una brava esteta, scusate le pessime immagini, ma vi prometto che il sapore è sempre meglio di come appare nelle fotografie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.