Mafalde siciliane

Questi panini dalla forma particolare li trovate in ogni panificio della Sicilia, morbidi e ricoperti da una spolverata di sesamo, si gustano da soli o farciti con i salumi, ma se chiedi ad un siciliano la risposta sarà ” con la mortadella ” !

  • DifficoltàBassa
  • Tempo di preparazione25 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore 30 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4 mafalde
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 270 gfarina di semola
  • 100 gfarina 0
  • 170 gacqua
  • 35 golio di semi
  • 5 glievito di birra secco
  • Mezzo cucchiainomiele
  • 8 gsale
  • q.b.sesamo

Preparazione

  1. Mettete le farine setacciate, il lievito, l’olio il miele e 155 g di acqua tiepida nella ciotola dell’impastatrice, (oppure procedete a mano mettendo tutto in una ciotola capiente) impastate per un paio di minuti;

    Sciogliete il sale nella restante acqua e impastate ancora fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo;

    Lasciate lievitare dentro la ciotola coperto con pellicola per circa 1 ora;

    Dividete l’impasto in 4 parti , formate delle palline e lasciate lievitare per mezz’ora sulla spianatoia, coprite con uno telo;

  2. Da ogni pallina ricavate dei filoncini lunghi 80 cm,

    procedete alla formatura seguendo le indicazione delle foto,

    Ponete delicatamente le mafalde sulla teglia rivestita di carta forno,

    spennellate la superficie con dell’acqua e spolverate con il sesamo pressando leggermente con le dita per fare aderire bene i semi.

    Coprite con il telo e fate lievitare per un’altra ora.

    Infornate a 200 gradi per 15 minuti, mettendo un pentolino con dell’acqua sulla base del forno,

    togliete il pentolino e cuocere ancora 5 minuti con lo sportello del forno a spiffero.

    Spegnete il forno, aprite lo sportello e lasciate ancora il pane dentro per 2-3 minuti.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.