Crea sito

Caponata alla siciliana

E’ un piatto saporitissimo composto da di un insieme di verdure fritte , in salsa agrodolce. Ne esistono numerose varianti, a seconda della provincia ma ormai anche della regione.
Per quanto riguarda la provenienza su Wikipedia ho trovato questa spiegazione: L’etimologia rimanda allo spagnolo “caponada”, voce di significato affine. Va considerata una vera e propria etimologia popolare quella che fa risalire “caponata” a “capone”, nome con il quale in alcune zone della Sicilia viene chiamata la lampuga, un pesce dalla carne pregiata ma piuttosto asciutta che veniva servito nelle tavole dell’aristocrazia condito con la salsa agrodolce tipica della caponata. Il popolo, non potendo permettersi il costoso pesce, lo sostituì con le economiche melanzane. Qualcuno sostiene che il nome del piatto derivi dalle “caupone”, taverne dei marinai. La Caponata è inserita nell’elenco dei Prodotti agroalimentari tradizionali siciliani riconosciuti dal Ministero delle politiche agricole e alimentari . ( Puoi trovare l’articolo su : https://it.wikipedia.org/wiki/Caponata)

  • DifficoltàMedia
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni6/8
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 2melanzane
  • 3peperoni
  • 3patate
  • 1cipolla
  • 1 costasedano
  • 2carote
  • 1 cucchiaiocapperi
  • 1 cucchiaiouva passa
  • 1 cucchiaiopinoli (o mandorle)
  • 50 golive verdi
  • 500 gpomodori
  • 1/2 bicchiereaceto bianco
  • 2 cucchiaizucchero
  • q.b.olio
  • q.b.sale
  • q.b.pepe

Preparazione

  1. Lavate, asciugate tutte le verdure, tagliare a tocchetti le melanzane, i peperoni e le patate.

    Scaldate, in una padella dell’olio e soffriggere le verdure separatamente.

    Mettete le verdure cotte da parte.

  2. Scaldate dell’olio in una padella e fate un soffritto con la cipolla, le carote, e il sedano.

    aggiungetevi le verdure e mescolate bene ,

    unite i pomodori tagliati a tocchetti, salate e pepate,

    mettete i pinoli,(io mandorle) i capperi e l’uva passa e cuocete a fuoco basso per 20 minuti.

    Infine versate sulla caponata l’aceto unito allo zucchero,

    mescolate e lasciate cuocere finchè l’aceto sarà evaporato.

    Togliete dal fuoco e decorate con foglie di basilico e mandorle tritate.

c’era una volta…

Nella tradizione antica, sulla caponata fredda si grattugiava del cioccolato fondente.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.