Saccottini di pasta brioche con crema al cioccolato

Saccottini di pasta brioche con crema al cioccolato sono dei dolci lievitati ideali per la prima colazione di tutta la famiglia. Realizzati nel mio caso con il lievito madre, ma nella ricetta troverete anche le dosi per il lievito di birra e licoli. Sono composti da una pasta brioche al latte e una farcitura di crema pasticcera al cioccolato. Semplici, fragranti e nutrienti.


DOSI PER IL LIEVITO DI BIRRA: usare circa 10-15 g di lievito di birra e aumentare la dose di farina di circa 100 g e 50 g di latte o comunque regolarsi con l’aggiunta dei liquidi in modo da ottenere un impasto abbastanza morbido.

DOSI PER IL LICOLI: bisogna dividere la dose di lievito madre solido in tre parti e moltiplicare per due. Quella è la dose di licoli da usare e la differenza è la farina da aggiungere. In questo caso 170:3=56×2=113. Quindi usare 113 g di licoli e aggiungere 56 g di farina. La dose dei liquidi non cambia.

Saccottini di pasta brioche con crema al cioccolato

INGREDIENTI: (per 20-25 saccottini)

  •  600 g di farina forte (300-340 W)
  • 170 g di lievito madre rinfrescato e in forza
  • 3 uova intere
  • 1 cucchiaio di miele
  • 130 g di zucchero semolato
  • 200 g circa di latte
  • 150 g di burro morbido
  • 6 g di sale
  • uovo e un goccio di latte per spennellare
  • zucchero a velo o in granella

PER LA FARCITURA:

PROCEDIMENTO:

Per i Saccottini di pasta brioche con crema al cioccolato ho iniziato preparando l’impasto: ho setacciato la farina dentro l’impastatrice, ho aggiunto il lievito rinfrescato e ridotto in pezzettini (oppure lo potete prima sciogliere con una piccola dose di latte presa dai 200 g) e poi aggiungere. Il miele, lo zucchero semolato,  e le uova. Ho iniziato a impastare aggiungendo poco latte per volta e aspettando che lo assorbisse prima di aggiungerne dell’altro. Quando l’impasto si è incordato, ho aggiunto il burro morbido a più riprese e l’ho fatto incorporare bene. Per ultimo ho unito il sale.

Ho tolto l’impasto con le mani leggermente unte di burro e pirlando ho formato una palla. L’ho sistemata dentro una ciotola grande unta con poco burro e coperto con pellicola.

Ho fatto lievitare fino quasi a triplicare. Il tempo è relativo e dipende da vari fattori, come la temperatura dell’ambiente, l’umidità, la forza del lievito ecc.

Nel frattempo ho preparato la crema pasticcera, la mia ricetta la trovate QUI:, poi appena spento il fuoco, ho aggiunto il cioccolato fondente a pezzettini e mescolato con la frusta, in modo che si sciogliesse. Ho fatto raffreddare coperto con pellicola a contatto.

Dopo la lievitazione ho steso l’impasto. Diviso in quattro parti (in lunghezza) ricavando delle strisce, spalmato sopra la crema al cioccolato e arrotolato formando così dei lungi e stretti rotoli che poi ho diviso in 5-6 parti per formare dei rotolini (saccottini).

Ho sistemato i Saccottini di pasta brioche con crema al cioccolato su leccarde con carta forno e coperti con pellicola leggermente infarinata. Ho fatto lievitare fino a raddoppio (in forno spento con luce accesa), poi spenellati con uovo sbattuto e un goccio di latte e aggiunto (su alcuni) la granella di zucchero. Ho infornato a 185-190 °C per circa 18-20 minuti (controllare). Sfornati e fatti raffreddare su gratella.

Saccottini di pasta brioche con crema al cioccolato si possono congelare, prima di consumarli basterà farli scongelare in frigo e poi scaldare leggermente in forno. Saranno come appena sfornati.

Seguitemi anche sulla mia pagina di Facebook Nonsolodolce di Lorena, grazie mille!! 💖

Precedente Barchette di patate con salsiccia e funghi Successivo Gnocchi di patate con radicchio trevigiano e taleggio

4 commenti su “Saccottini di pasta brioche con crema al cioccolato

  1. Errica il said:

    ciao sto provando ad utilizzare il lievito naturale da pasta madre essiccato. Se volessi provare a sostituirlo nella ricetta come mi dovrei regolare?col lievito di birra normale tutto quello che preparo ha sempre un sapore molto forte di lievito;
    posso impastare la sera e lasciare lievitare tutta la notte? se si in frigo o fuori?

    • Ciao Errica, mi trovi impreparata sul lievito madre essiccato… non l’ho mai usato. Invece per la lievitazione, se faccio l’impasto di sera preferisco metterlo in frigo, così sono più tranquilla, e non c’è pericolo che passi di lievitazione. Poi mattina seguente lo faccio lievitare a temperatura ambiente.

  2. Errica il said:

    ciao se volessi usare il lievito madre secco in bustina come dovrei regolarmi? quanto ne dovrei usare e quanto tempo fare lievitare? se le impasto la sera posso lasciarli lievitare tutta la notte? in frigo o fuori?

    • Ciao, premetto che il lievito secco in bustina l’ho usato solamente un paio di volte (tanto tempo fa) in quanto mi dava problemi di digestione. Di sicuro se lo dovessi usare ne metterei la metà della dose indicata sulla confezione e farei una lievitazione più lunga. Comunque con i lievitati non c’è mai un tempo preciso (dipende da tanti fattori), bisogna controllare. Per questo se si impasta la sera meglio mettere in frigo e far lievitare il giorno dopo in modo da poter controllare a punto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.