Fettuccine al tartufo nero

Le Fettuccine al tartufo nero sono un primo piatto delizioso, raffinato e hanno una preparazione molto semplice. Adatto soprattutto alle occasioni speciali, ma non solo. Il tartufo come si sa è un po caro, ma se trovate quello nero, che certamente è di qualità inferiore però più abbordabile, una volta ogni tanto si può fare..😉

Fettuccine al tartufo nero

Fettuccine al tartufo nero

INGREDIENTI: (per due persone – abbondante)

  • 220 g di fettuccine
  • 1 tartufo nero medio piccolo
  • 1 cucchiaio di olio extravergine
  • 1 noce di burro
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 50 g di panna fresca
  • sale e pepe
  • acqua di cottura della pasta
  • parmigiano grattugiato a piacere

Fettuccine al tartufo nero

PREPARAZIONE:

Per le Fettuccine al tartufo nero, mettere sul fuoco l’acqua per la pasta e quando arriva a ebollizione salare e calare le fettucine.

Per il condimento: Lavare e spazzolare accuratamente il tartufo nero, fino a togliere tutti i residui di terriccio che si incastrano nella buccia rugosa, poi asciugarlo.

Per il condimento: subito dopo aver buttato la pasta, far scaldare a fuoco lento l’olio extravergine d’oliva con la noce di burro, spegnere il fuoco e grattugiare una parte del tartufo (circa la metà), mescolare e lasciare li in modo che si insaporisca un po.

In una ciotolina sbattere il tuorlo d’uovo con la panna fresca, un pizzico di sale e pepe.

Scolare la pasta lasciando da parte dell’acqua di cottura. Versare le fettucine nel condimento e unire la cremina di tuorlo e panna, e del parmigiano grattugiato. Far saltare per amalgamare tutti gli ingredienti e formare una bella cremina. Se c’è bisogno aggiungere un po di acqua di cottura e regolare di sale.

Servire le Fettuccine al tartufo nero nei piatti e finire con una grattugiata di tartufo sopra la pasta. Buon apetito!! 😊

Seguitemi anche sulla mia pagina di Facebook Nonsolodolce di Lorena, grazie mille!! 😍

Precedente Ricetta Purè di patate e carote Successivo Gnocchetti di semolino in brodo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.