Bauletto di panfocaccia soffice

Il Bauletto di panfocaccia soffice è un pane morbidissimo che ha la forma del classico bauletto ed è ottenuto con un impasto piuttosto idratato che assomiglia quasi a una focaccia più che a un pane, però viene consumato come un pane. Per renderlo ancora più morbido e in modo che questa morbidezza duri per diversi giorni ho praticato anche la tecnica della gelatinizazzione degli amidi, un procedimento molto semplice da praticare ma molto efficace, vedrete.

Io, per la mia ricetta ho usato il lievito madre, ma se non se l’avete niente paura, trovate le dosi per il lievito di birra nella descrizione degli ingredienti ⬇️

Leggi anche:

Pane bianco a lievitazione naturale

Bauletto di panfocaccia soffice
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni2 pan bauletti
  • CucinaItaliana

Ingredienti del Bauletto di panfocaccia soffice:

Per chi non ha il lievito madre può sostituirlo con il lievito di birra e usarne circa 12-15 g aumentando la dose di farina di circa 100 g e di acqua di circa 50 g
  • 500 gfarina tipo 1
  • 450 gfarina 0
  • 1 cucchiaiomiele
  • 170 glievito madre (rinfrescato)
  • 600 gacqua
  • 50 golio extravergine d’oliva
  • 20 gsale

Per la gelatinizazzione:

  • 100 gacqua
  • 50 gfarina di riso

Per spennellare:

  • 20 golio extravergine d’oliva
  • 20 gacqua

Preparazione del Bauletto di panfocaccia soffice:

  1. Per il Bauletto di panfocaccia soffice come prima cosa preparate l’impasto gelatinizzato: fate arrivare a ebollizione i 100 g di acqua in un pentolino. Spegnete il fuoco, versate la farina di riso tutta in una volta e mescolate energicamente con la frusta. Lasciate da parte a raffreddare .

    Ora preparate l’impasto principale. Lo potete fare sia con l’impastatrice che con la planetaria, oppure a mano. Io l’ho fatto con l’impastatrice in questo modo: ho versato nella ciotola le farine setacciate, ho aggiunto il lievito rinfrescato e ridotto a pezzetti (oppure lo potete prima sciogliere con una piccola parte di acqua presa dalla dose e poi aggiungerlo), il miele, l’impasto gelatinizzato a pezzetti, e circa metà dose di acqua. Ho iniziato a impastare a velocità bassa. Dopo un po’ ho aggiunto l’olio, e poi un po’ alla volta il resto dell’acqua. Ho aumentato leggermente la velocità e ho fatto incordare. Infine ho aggiunto il sale.

    Ho tolto l’impasto con le mani leggermente unte d’olio e pirlando sulla spianatoia ho formato una palla.

    L’ho sistemata in una ciotola capiente spennellata con un filo d’olio e ho coperto con pellicola. Ho lasciato a temperatura ambiente per un’oretta in modo che iniziasse la lievitazione, poi in frigorifero. Io di solito lascio maturare l’impasto in frigo per almeno un giorno, ma voi fate come preferite, l’importante è che prima della formatura sia raddoppiato.

    Il giorno dopo l’ho preso dal frigorifero e lasciato a temperatura ambiente fino al raddoppio. Poi l’ho diviso in due parti: una leggermente più grande dell’altra in quanto ho due stampi da plumcake diversi. Ho formato i due filoni e li ho trasferiti negli stampi (o spennellati con un filo d’olio o rivestiti con carta forno).

  2. Ho coperto con pellicola e ho fatto la seconda lievitazione in forno spento con luce accesa (fino al raddoppio).

    Ho spennellato i due Bauletto di panfocaccia soffice con un’emulsione preparata sbattendo olio extravergine e acqua in parti uguali.

    Infine ho infornato il Bauletto di panfocaccia soffice in tutto per circa 30 minuti. Inizialmente i primi 15 minuti a 220°C (forno statico) con pentolino sul fondo del forno per formare il vapore. Poi ho abbassato la temperatura a 200°C per 5 minuti e ho tolto il pentolino, lasciando lo sportello del forno leggermente aperto a spiffero (mettendo un cucchiaio). Gli ultimi 10 minuti ho abbassato ancora la temperatura a 190°C.

    Ho sfornato i due Bauletto di panfocaccia soffice, dopo una decina di minuti li ho tolti dagli stampi e li ho fatti raffreddare su gratella.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.