Gnocchi di fave secche con crema di cicorie e baccalà

Gnocchi di fave secche con crema di cicorie e baccalà.
L’amore che ho nei confronti di fave e cicorie, il tipico piatto pugliese, è estremo.
Una delle cose che non dimenticherò mai sono state le “mangiate” fatte di questa pietanza durante la gravidanza.
Quando riesco a trovare le cicorie buone, lo preparo spesso, ma per la rubrica famosa “lo gnocco del giovedì”, ho pensato di stravolgere questa tipica ricetta per crearne una uguale ma in forma diversa.
Poi vabbè, ho aggiunto il baccalà perché per me dà quel “quid” in più.
Quindi oggi sulla mia tavola troverete tutta la Puglia in un piatto goloso e profumato, che sa davvero di casa.
Se volete scoprire come l’ho preparato, non vi resta che continuare a leggere tutti i passaggi per realizzarlo.

Non perdere anche queste ricette:
Gnocchi di riso con pancetta affumicata e soffritto
Cuore di baccalà su crema di patate con cime di rapa stufate e pomodorini secchi
Cappelloni con baccalà, zucca ed erbe aromatiche

Gnocchi di fave secche con crema di cicorie e baccalà
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni2 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 100 gfave secche
  • 100 gsemola rimacinata di grano duro (integrale)
  • 200 mlacqua (regolarsi ad occhio)
  • 300 gcicoria
  • 1scalogno
  • 150 gbaccalà (ammollato)
  • sale e pepe
  • alloro
  • 1 spicchioaglio
  • olio extravergine d’oliva
  • peperoncino

Preparazione

  1. Per prima cosa riducete in farina le fave secche, inserendole in un mixer e frullandole fino a quando non diventeranno polvere (potete saltare questo passaggio se trovate nel supermercato la farina di fave!).
    Una volta polverizzate, passatele in un colino a maglia stretta per eliminare eventuali grumi o pezzetti non tritati per bene.

  2. Unite la farina di fave con la semola di grano duro rimacinata (io ho optato per una integrale, ma va benissimo anche quella normale) e aggiungete l’acqua fino ad ottenere un composto compatto ed omogeneo. Negli ingredienti ho segnalato 200 ml di acqua, nel mio caso, con entrambe le farine ho avuto bisogno di quella quantità di acqua, ma regolatevi in base a come viene assorbita dalle farine.

  3. Pronto il panetto, fatelo riposare per almeno 30 minuti avvolto da pellicola a temperatura ambiente. Poi procedete a creare gli gnocchi, formando dei cordoncini abbastanza spessi che taglierete in tanti tocchetti. Passate ogni pezzettino di pasta sui rebbi di una forchetta per dargli la tipica scanalatura degli gnocchi.
    Man mano che li fate, disponeteli su un vassoio spolverizzato di semola e una volta pronti copriteli con un canovaccio e lasciateli da parte.

  4. Lavate la cicoria sotto acqua corrente, sbollentatela per 5 minuti in acqua salata, scolatela e mettetela in una ciotola piena di acqua e ghiaccio per non farle perdere il colore brillante.

  5. Una volta raffreddata, scolatela e asciugatela per bene con carta assorbente, poi tritatela per bene e mettetela a rosolare in padella con un filo di olio, lo scalogno tritato e il peperoncino.
    Fate insaporire per qualche minuto, aggiustate di sale e pepe e frullatela grossolanamente con un minipimer.

  6. Passate al baccalà: privatelo della pelle e fatelo stufare in una padella con olio, alloro e aglio fino a quando non sarà ben cucinato, aggiustate di sale e pepe e mettetelo da parte.

  7. Cucinate gli gnocchi in abbondante acqua salata, non scolateli appena arriveranno a galla, essendo fatti di due farine differenti avranno bisogno di più tempo per cuocerci in maniera perfetta. Il mio consiglio è di assaggiarli durante la cottura per rendersi conto a che punto stanno, io ho impiegato 10 minuti per farli.

    Quando saranno pronti, scolateli e amalgamateli con la crema di cicoria, infine prima di servirli aggiungete il baccalà.
    Come tocco finale unite un filo di olio a crudo e servite.

Note

Nella ricetta sono presenti uno o più link di affiliazione.

SEGUIMI!!!

Seguitemi sulla mia pagina Facebook, sul mio profilo Instagram e su Pinterest.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.