Crea sito

Baccalà con crema di ceci e broccoli stufati

Devo ammetterlo, io non ho mai amato il pesce.
Mea culpa, nonostante sia barese, ho sempre avuto questo “difetto”.
Una caratteristica che mi sono portata dietro fino a quando non sono diventata mamma.
Prima, da figlia, c’era un giorno della settimana che detestavo con tutte le mie forze: il sabato.
A casa dei miei, e tutt’ora è così, il weekend si apriva con un pranzo a base di pesce.
C’è chi aspettava il sabato per uscire e andare con gli amici a mangiare la pizza e chi, come me, abbassava quasi la testa sul piatto “pregando tutti i santi” per far finire quel “martirio” il più presto possibile.
Crescendo la situazione non è cambiata molto, devo dire che ho sempre avuto una grossa difficoltà a mangiarlo.
Poi, magia: sono diventata mamma!
E da mamma, come ogni genitore fa, ho cominciato (anche grazie alla complicità della mensa scolastica) a “rifilare” il pesce a mio figlio, che come me da piccola, non lo ama per niente.
“Ma il pesce fa bene, fa diventare forti, diventi un supereroe…”. Non so quante frasi o piatti mi sono inventata per fare il bravo genitore che propone al figlio il pesce come alimento “magico”, ma nulla.
Tornando a me, per quanto abbia mangiato (anche un po’ a sforzo) sogliole, merluzzi lessi, e tanti altri pesci di cui ora è inutile fare un elenco, ce ne sta un in particolare che non ho mai sopportato: il baccalà.
Fino a ieri sera però! E per questo mi sono un po’ flagellata da sola perché, con il sale in zucca, ho capito solo ora che è buonissimo.
Tutto questo grazie ai miei due amici Monica e Davide, proprietari di un negozio all’ingrosso di alimentari a Campobasso (si, sempre la città dove vivo ora!), che mi hanno regalato quattro pezzi di baccalà ammollato.
Ma lo sapete che la mia felicità in quel momento è stata davvero grande?
Non avendolo mai trattato, avendolo visto a casa dei miei cucinato fritto o alla pizzaiola mi sono subito messa a pensare agli abbinamenti giusti per risaltarlo al meglio.
E il risultato è stato questo baccalà con crema di ceci e broccoli stufati, semplice e incredibilmente buono.
Continuate a leggere, più sotto troverete tutti i passaggi per realizzare questa fantastica ricetta.

Filly

  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni1 persona
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 170 gCeci precotti
  • 200 gBaccalà (ammollato)
  • 70 gBroccoli
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • 2 spicchiAglio
  • 2 foglieAlloro
  • q.b.Sale e pepe

Preparazione

  1. Preparate la crema di ceci: mettete da parte 20g di ceci per la presentazione del piatto, i 150g rimanenti frullateli con l’ausilio di un minipimer fino a farli diventare una crema vellutata.

    Riscaldate la crema di ceci in una padella e mettetela da parte, mantenendola calda.

  2. Preparate i broccoli: mondate e lavate i broccoli, lessateli in una pentola con acqua salata per 5 minuti, poi trasferiteli in una coppa piena di acqua fredda per non far perdere loro il colore verde brillante.

    Trascorsi 10 minuti, passateli in una padella con un filo di olio, aglio, un pizzico di sale e pepe e fate saltare per circa 7 minuti.
    Teneteli in caldo da parte.

  3. Per il baccalà:
    in una padella mettete il baccalà con un filo di olio, l’aglio, l’alloro e mezzo bicchiere di acqua. Ponetevi un coperchio sopra e fate cucinare per 15/20 minuti a fuoco dolce. Ogni tanto controllate che l’acqua non si asciughi troppo, nel caso aggiungetene ancora un po’.

    Appena sarà pronto componete il piatto:
    mettete alla base la crema di ceci, adagiatevi sopra il baccalà, poi i broccoli e infine i ceci interi sparsi.

    Aggiungete un filo di olio e servite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.