Crea sito

Taralli aromatizzati al tartufo bianco

Aroma e profumo penetrante, sapore avvolgente e corposo: questo è il TARTUFO, pregiato fungo estremamente ricercato, che cresce spontaneamente nel terreno accanto alle radici di alcuni alberi o arbusti. Che sia nero, bianco o moscato, il suo utilizzo  in cucina trova grande spazio tra piatti e ricette di ogni genere, esaltandone i sapori in un elegante incontro gastronomico tra gusto e pietanza. Personalmente lo adoro, e avendo avuto la fortuna di essere stata contattata da un’importante azienda leader del settore, per creare alcune ricette con i loro prestigiosi tartufi, non ho perso tempo nel pensare a qualcosa di unico, che potesse esaltare al meglio un prodotto di così alta eccellenza. Mi sono messa seduta con gli occhi chiusi, a respirare l’aroma dei prodotti che stringevo tra le mani: cosa fare? piatti raffinati, ricercati? Ma la risposta è arrivata subito, e come sempre l’ho trovata nella semplicità della tradizione, con uno degli spezza fame più famosi del bel paese: I TARALLI, ed è stato subito amore! Aromatizzati con l’olio GOCCE DI TARTUFO URBANI al tartufo bianco, sono stati una vera scoperta, e in casa sono spariti in un attimo! Ora che si avvicina il Natale, dove si è sempre alla ricerca di gustose raffinatezze, cosa c’è di meglio da offrire ai vostri ospiti, se non questo fragrante stuzzichino elegantemente profumato? Veloci da preparare, sistemateli in un bel cesto a centrotavola, e il successo è garantito!

 

Taralli aromatizzati al tartufo bianco
Taralli aromatizzati al tartufo bianco

 

 

Urbani Tartufi, antica tradizione

L’ Italia è uno dei maggiori produttori mondiali ed esportatori di tartufi. Nell’intera Penisola è possibile raccogliere tutte le specie di tartufo impiegate in gastronomia, e una tra le aziende leader del settore che voglio presentarvi oggi è URBANI TARTUFI, fondata nel 1852, è arrivata fino ad oggi ad essere la prima azienda del mondo nella commercializzazione del tartufo. Da sempre la famiglia Urbani e la Urbani Tartufi è sinonimo di tartufo, una lunga storia fatta di passione, dedizione, tradizione, impegno e innovazione per il pregiato prodotto della terra.
Ciò, ha portato l’azienda italiana ad essere presente in oltre 68 paesi del mondo, arrivando a toccare una quota di mercato del 70%. Attraverso il lavoro e lo studio della materia prima (il tartufo), la Urbani Tartufi conta nel suo catalogo prodotti, oltre 600 referenze.

Cliccate QUI per visitare il loro sito e acquistare i loro eccellenti prodotti.

 

Taralli aromatizzati al tartufo bianco

Ricetta

Ingredienti per 45 / 50 taralli

  • Farina di farro o farina 00,  250 g
  • Olio extra vergine di oliva, 60 ml
  • Vino bianco secco,  100 ml
  • Sale fino, 5 g 
  • Pepe nero in grani da macinare, una spolverata 

 

Preparazione

  • Versate nella ciotola della planetaria la farina setacciata, il sale, il pepe, il vino, l’olio e l’olio al tartufo. Montate il gancio a foglia (nel Kenwood è la frusta K), e iniziate a farlo impastare ad una velocità di uno e mezzo per 15 minuti. Trascorsi i primi 10 minuti, aumentate a velocità 2 fino al termine. 
  • Una volta finito, avrete ottenuto un impasto liscio, elastico, morbido ma compatto, e lucido. Incartatelo con della pellicola trasparente e lasciatelo riposare in un luogo fresco e asciutto per venti minuti. 

Se non avete la planetaria, e volete impastare a mano: versate la farina setacciata in una scodella capiente, unite il sale e il pepe, fate un buco al centro e aggiungete il vino bianco, l’olio e i due cucchiaini di gocce di tartufo, quindi iniziate ad impastare con la punta delle dita fino a far assorbire bene la farina con la parte liquida. Ora rovesciate il tutto su un ripiano da lavoro e lavorate l’impasto per circa venti minuti, delicatamente, fino a renderlo ben compatto, liscio e morbido. Il vino inoltre, conferirà un aspetto lucido. Incartate l’impasto con la pellicola trasparente e fatelo riposare in un un luogo fresco e asciutto per venti minuti. 

  • Trascorso il tempo riprendete il vostro impasto, scartatelo e sistematevi su un ripiano da lavoro. Iniziate a staccare dei pezzetti di impasto grossi come una noce, molto dipende anche dalla grandezza dei taralli che desiderate fare, regolatevi con il vostro gusto. Staccate un pezzetto, e stendetelo con le dita formando un serpentello della misura di 8 / 10 cm, quindi chiudetelo semplicemente formando un cerchio, incrociando le due estremità. Se desiderate fare anche i taralli intrecciati, sarà sufficiente intrecciare due serpentelli chiudendo sempre le estremità in un cerchio. 

 

Taralli aromatizzati al tartufo bianco
Taralli aromatizzati al tartufo bianco

 

  • Man mano che realizzate i vostri taralli, adagiateli delicatamente su una leccarda foderata con della carta forno. 
  • Una volta realizzati tutti, mettete sul fuoco una pentola capiente con l’acqua, appena bolle tuffate i vostri taralli dieci alla volta. Sistemate un canovaccio di stoffa accanto a voi, e man mano che tornano a galla (emergono velocemente, come gli gnocchi freschi), scolateli con una schiumarola delicatamente sul canovaccio, ad asciugare. 
  • Ora sistemateli nuovamente sulla leccarda foderata con la carta forno, e infornate a forno preriscaldato a 200 gradi per trenta minuti. Ogni forno è diverso e il tempo di cottura potrebbe variare di qualche minuto, appena risulteranno dorati, sfornate e lasciate freddare.
  • Sistemate i vostri taralli aromatizzati al tartufo bianco in un bel cestino, pronti per essere serviti, e per conservarli metteteli in un contenitore ermetico. 

 

Taralli aromatizzati al tartufo bianco
Taralli aromatizzati al tartufo bianco

 

In collaborazione con 

 

 

Seguite tutte le novità del blog anche sulla pagina facebook Noce Moscata©

Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Noce Moscata©

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.