Ravioli alla barbabietola con robiola e noci

La pasta fresca ripiena, resta sempre un grande classico per i pranzi della domenica, o per festeggiare delle occasioni speciali! Ed oggi vi propongo una variante ai classici ravioli, sia per l’impasto che come farcitura, con un ingrediente che amo particolarmente: la barbabietola. In cucina è una vera alleata, non solo per le mille proprietà benefiche, ma anche per il suo bellissimo colore, ideale per poter dare un tocco chic a pane o pasta, come nel caso di questi ravioli. Naturalmente l’intensità del colore è direttamente proporzionale alla quantità di barbabietola utilizzata, se ne mettiamo meno otterremo un color vinaccio, se desideriamo una tonalità più viola, aumentiamo la dose. Per il ripieno ho scelto la robiola unita alle noci, ma potete scegliere anche un gusto più deciso come il gorgonzola, o più dolce come la ricotta. Conditi semplicemente con olio extra vergine e salvia fresca, porterete in tavola un piatto delicato e saporito al tempo stesso, sentirete che delizia!

 

Ravioli alla barbabietola con robiola e noci
Ravioli alla barbabietola con robiola e noci

 

Ravioli alla barbabietola con robiola e noci

RICETTA

Ingredienti per circa 40 / 50 ravioli

Per l’impasto:

  • Farina “0” di grano tenero, 250 g
  • Farina integrale di grano tenero, 250 g
  • Uova, una
  • Sale fino, un paio di pizzicotti
  • Acqua, 80 g
  • Barbabietola lessa, due piccole
  • Olio extra vergine un cucchiaio

Per la farcitura:

  • Robiola fresca, 250 g
  • Noci sgusciate 80 g
  • Parmigiano grattugiato, 40 g

Per il condimento:

  • Olio extra vergine di oliva, quanto basta
  • Salvia fresca, qualche foglia
  • Parmigiano grattugiato, a piacere
  • Noci tritate grossolanamente (scansatene qualcuna dai 100 g)
  • Sale grosso per l’acqua di cottura, una manciata

 

Preparazione

  • Frullate le barbabietole precotte (le trovate nel reparto ortofrutta in qualunque supermercato), insieme ad un cucchiaio di olio extra, fino a ridurle in purea.
  • Nella ciotola della planetaria versate le due farine, l’uovo, unite la purea della barbabietola e il sale, quindi montate il gancio apposito per la pasta, e iniziate ad impastare a media velocità, versando a filo l’acqua, dovrete ottenere un impasto morbido ma compatto. Una volta terminato, prendete l’impasto e formate la classica palla o panetto, avvolgetelo nella pellicola trasparente e lasciate riposare in frigorifero per trenta minuti. 
  • Nel frattempo pensate al ripieno: frullate le noci, unite la robiola con un filo di olio e il parmigiano, quindi frullate ancora fino ad ottenere un composto cremoso, trasferitelo dentro un sac a poche e riponetelo in frigorifero. Se non possedete un sac a poche, trasferite la crema in una ciotola da mettere sempre in frigorifero, al momento di farcire, potrete farlo tranquillamente con un cucchiaino. 
  • Trascorsi i trenta minuti, riprendete l’impasto dal frigorifero, sistematevi su un piano da lavoro infarinato, e iniziate a stendere la sfoglia con il matterello, oppure con la macchinetta, l’importante è che sia SOTTILE! Se siete più comodi, dividete l’impasto in due, così da preparare due sfoglie piccole, io lo faccio per problemi di spazio, troppo grande mi esce dal tavolo 🙂 
  • Una volta stesa, prendete il sac a poche e iniziate a spremete una noce di farcitura a una distanza di circa due centimetri l’una dall’altra. Arrivate circa a metà della sfoglia con le file di noci di farcitura, l’altra metà vi servirà per ricoprire il tutto. C’è chi bagna con il pennello il perimetro della sfoglia, in modo da far aderire bene l’altra parte di sfoglia che va a coprire, io non lo faccio mai, se la sfoglia è sottile, è sufficiente premere bene con i polpastrelli delle dita, quando andate a chiudere tutto intorno. Premete anche tra le file, sia in senso verticale che in senso orizzontale, in modo da sigillare bene il tutto.
  • Ora con l’apposito stampino per ravioli (c’è di tutte le forme, io l’ho usato triangolare), oppure con la rotella dentata tagliapasta, iniziate a ritagliare i vostri ravioli. Adagiate un canovaccio di cotone sopra un grande piatto o vassoio, infarinatelo e adagiateci i ravioli delicatamente man mano che li realizzate, spolverandoli leggermente di farina. 
  • Una volta ottenuti tutti, lasciateli riposare per circa trenta, quaranta minuti, quindi mettete a bollire una pila d’acqua con una manciata di sale grosso, e appena sobolle tuffateci i ravioli, una decina alla volta, e appena tornano a galla raccoglieteli con una schiumarola trasferendoli nella padella, dovre avrete soffritto alcune foglie di salvia fresca con un filo generoso di olio extra vergine. Quando avrete scolato nella padella tutti i ravioli, ripassateli a fiamma vivace per qualche minuto, dopodiché cospargete di parmigiano, qualche noce tritata grossolanamente, e servite i ravioli alla barbabietola con robiola e noci, ben caldi! Buon appetito! 

 

Ravioli alla barbabietola con robiola e noci
Ravioli alla barbabietola con robiola e noci

 

Segui tutte le novità del blog anche sulla pagina facebook Noce Moscata©

Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Noce Moscata©

Precedente Vellutata di carote Successivo Fagioli e salsicce in umido

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.