Polpettine di lenticchie ubriache

Semplicissime da preparare, queste polpettine di lenticchie ubriache conquisteranno proprio tutti! Una valida alternativa alla carne, ideali anche per chi segue una dieta vegetariana, o per chi come me, ama variare spesso! Ottime gustate sia calde che a temperatura ambiente.

Polpettine di lenticchie ubriache
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Cottura:
    15 / 20 minuti
  • Porzioni:
    20 polpettine
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Lenticchie secche (oppure precotte 400 g) 200
  • Odori per cuocere le lenticchie (carota, sedano e cipolla)
  • Parmigiano grattugiato 2 cucchiai
  • Uova 1
  • Noce moscata 1 cucchiaino
  • Pane in cassetta bagnato nel latte 3 fette
  • Prezzemolo 1 ciuffo
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Vino bianco secco 1 bicchiere
  • Sale fino q.b.
  • Farina q.b.

Preparazione

    • La sera prima metti in ammollo le lenticchie in una casseruola con l’acqua fredda e una manciata di sale grosso, dovranno riposare circa 10/12 ore, quindi la mattina saranno pronte per la cottura.
    • Al mattino metti la casseruola sul fuoco aggiungendo altra acqua, una costa di sedano, una cipolla e una carota e fai cuocere con il coperchio finchè le lenticchie non risulteranno ben morbide, facendo attenzione che l’acqua non asciughi, aggiungendone (calda) se ritira.
    • Puoi saltare tutto il passaggio della cottura delle lenticchie se scegli di prendere quelle precotte già pronte.
    • Una volta cotte le lenticchie, scolale, trasferiscile in una scodella e frullale con un mixer ad immersione oppure mettendole in quello classico. Una volta ottenuta la purea di lenticchie aggiungi un uovo, il sale, la noce moscata, il parmigiano grattugiato, il prezzemolo tritato e il pane bagnato nel latte e ben strizzato, quindi impasta tutto per bene fino ad ottenere un composto morbido ma sodo. Se dovesse risultare troppo morbido puoi unire un cucchiaio di pangrattato.
    • Riponi in frigorifero a riposare per trenta minuti.
    • Riprendi il tuo impasto dal frigorifero e inizia a fare le polpettine. Ti consiglio di tenere vicino una scodella con dell’acqua per bagnarti le spesso le mani, in questo modo l’impasto non si attaccherà alla dita permettendoti di lavorare meglio.
    • Una volta terminate le polpettine (falle piccoline, saranno più sfiziose), infarinale per bene e inizia a cuocerle.
    • In una casseruole o padella capiente, versa un bel filo generoso di olio extra vergine, fallo scaldare un pochino e metti le polpettine a rosolare a fiamma vivace, girandole delicatamente per farle colorire ovunque. Una volta rosolate sfuma con il vino bianco, abbassa la fiamma e lascia evaporare fino a che l’odore del vino non sarà del tutto svanito.
    • Le polpettine sono già pronte, fai ritirare un pochino (non troppo) l’intingolo e servile ben calde con il sughetto colato sopra.

Precedente Come fare le Tigelle o Crescentine modenesi Successivo Confettura di Cachi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.