Peperoni ripieni al tonno

Oggi vi propongo i peperoni ripieni al tonno, cotti in padella con un po’ di vino bianco, davvero molto gustosi e ottimi da mangiare sia caldi che freddi.

Il peperone è un contorno sano e nutriente ricco di vitamine C e A , e il suo utilizzo in cucina è davvero molto vasto: al forno o in padella, in gratin, per involtini e ripieni, arrostito per piatti vegetariani, fritti o per ricette tipiche e per salse da accompagnamento. Tra le tante qualità di peperoni che possiamo trovare, i miei preferiti sono quelli a CORNO DI TORO, dalla forma allungata, ideali da farcire o  per la conservazione in salamoia o sotto aceto. 

Peperoni ripieni al tonno
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    6 peperoni
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Peperoni corno di toro ((a cornetto)) 6
  • Tonno sott’olio 300 g
  • Capperi sott’aceto 50 g
  • Aglio 1 spicchio
  • Tabasco (qualche goccia)
  • Basilico (qualche foglia)
  • Pangrattato 3 cucchiai
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Vino bianco secco (mezzo bicchiere)

Preparazione

    • Lava e asciuga i peperoni, quindi taglia l’estremità con il picciolo, svuotali delicatamente dai semi e sciacquali internamente con l’acqua corrente. Lasciali su un piatto.
    • Nel mixer versa il tonno con il suo olio, i capperi con un cucchiaio del loro aceto, l’aglio tagliato a pezzetti, due cucchiai di pangrattato, qualche goccia di tabasco (dipende da quanto ti piace il piccante) e frulla per qualche secondo, quindi trasferisci il composto ottenuto in una scodella.
    • Prendi i peperoni e con l’aiuto di un cucchiaino inizia a farcirli, pressando man mano che riempi. Non farcirli fino all’orlo, altrimenti durante la cottura il ripieno in eccesso fuoriesce.
    • Una volta farciti tutti, prendi una padella, versa un giro d’olio e adagia i peperoni uno accanto all’altro. Spolvera con un cucchiaio di pangrattato e fai cuocere a fuoco medio per alcuni minuti, facendoli rosolare prima da un lato, e poi girandoli delicatamente dall’altro. 
    • Una volta rosolati, sfuma con il vino bianco versandolo di lato, e lascia evaporare per qualche minuto, quindi prosegui la cottura a fiamma bassa per otto/dieci minuti circa con il coperchio. 
    • A fine cottura aromatizza con qualche foglia di basilico fresco e servili caldi, o se preferisci gustali freddi di frigorifero, sono ancora più buoni. Buon appetito! 

Precedente Torta di riso al limone e mandorle Successivo Spiedini di melone speck e mozzarella

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.