Pasta fave guanciale e pecorino

La pasta fave guanciale pecorino, è un primo piatto primaverile all’insegna della tradizionale scampagnata del primo maggio, che in tanti celebrano in casa con gli amici magari con un bel pranzo in giardino. E allora quale miglior occasione per portare in tavola un piatto diverso dal solito?

A Roma, nella mia città natale, è usanza mangiare fave e pecorino durante questa ricorrenza, che per la capitale coincide con una tradizione risalente agli antichi romani:  celebrare l’inizio della bella stagione con l’augurio di prosperità e felicità!

Ho quindi pensato di onorare la vecchia consuetudine con un primo piatto che raccogliesse tutto il gusto della primavera, arricchito di guanciale croccante, altro simbolo gastronomico della città di Roma e delle zone limitrofe. Pronti per preparalo insieme? Non dimenticate di condire il tutto con tanta allegria e un bagno di sole! Buona primavera a tutti!

 

Pasta fave guanciale e pecorino
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    4
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Bucatini 480 g
  • Fave (baccelli) 10
  • Guanciale 200 g
  • Pecorino romano 120 g
  • Pepe nero q.b.
  • acqua di cottura della pasta 1 bicchiere
  • Sale grosso (per l’acqua di cottura della pasta)

Preparazione

    • Metti a bollire un tegame d’acqua per la pasta con una manciata leggera di sale grosso, non esagerare, il pecorino e il guanciale sono già molto saporiti.
    • Sgrana le fave e scottale due o tre minuti in acqua bollente (se ti piacciono crude, salta questo passaggio) dopodiché scolale e immergile in una tazza piena di acqua e ghiaccio: questo modo manterranno un bel colore verde brillante. 
  1. Pasta fave guanciale e pecorino
    • Metti a rosolare il guanciale tagliato a listarelle in una padella antiaderente. Quando la parte bianca sarà diventata trasparente e ben croccante, raccoglilo con una schiumarola e trasferiscilo in un piattino, lasciando da parte la padella ben unta.
    • Grattugia buona parte del pecorino, e il resto fallo a scagliette che terrai da parte per la decorazione, la parte grattugiata invece, versala nella padella unta di intingolo.
    • Tuffa la pasta nell’acqua che bolle, e prima di scolarla (al dente) togli un bicchiere scarso di acqua di cottura e tienilo da parte.
    • Scola le fave che avevi lasciato in ammollo con acqua e ghiaccio, e asciugale tamponandole delicatamente con della carta assorbente.
    • Appena i bucatini saranno cotti, scolali direttamente nella padella con un forchettone, unisci il bicchiere scarso di acqua di cottura, e a fiamma media ripassa il tutto mescolando e amalgamando velocemente.
    • L’acqua di cottura e il pecorino grattugiato, formeranno una deliziosa cremetta che non dovrai far rapprendere, quindi sbrigati ad unire guanciale e fave, spolvera di pepe, rimescola e impiatta!  Spolverate ogni piatto con qualche scaglia di pecorino e servite subito.

Precedente Ricette con le Lasagne Successivo Vellutata al pomodoro con mozzarelline fresche e crostini di pane

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.