Gnocchi di polenta con fonduta di taleggio e funghi

Gli gnocchi di polenta con fonduta di taleggio e funghi, sono un primo piatto ricco e saporito; farli in casa è velocissimo, così potrete servire ai vostri ospiti, una ricetta originale e davvero gustosa da consumare ben calda! Potete guarnire gli gnocchi con erba cipollina fresca o foglioline di salvia, abbinando a questa pietanza un Cabernet Sauvignon del Trentino DOC, ideale con polenta e funghi!

 

 

Gnocchi di polenta con fonduta di taleggio e funghi
Gnocchi di polenta con fonduta di taleggio e funghi

 

Gnocchi di polenta con fonduta di taleggio e funghi

RICETTA

Ingredienti per 4 / 5 persone

 

Per gli gnocchi di polenta

  • Polenta istantanea , 200 g
  • Acqua, 750 ml 
  • Sale grosso, una manciata
  • Uova, 2
  • Farina di semola di grano duro, 120 g + 100 per spolverare la spianatoia e gli gnocchi
  • Parmigiano grattugiato, due cucchiai
  • Noce moscata, una grattata

 

Per la fonduta

  • Taleggio, 200 g
  • Latte intero, 80 ml
  • Parmigiano grattugiato, un cucchiaio

 

Per i funghi chiodini 

  • Funghi chiodini freschi, 400 g
  • Olio extra vergine di oliva, quanto basta
  • Aglio, uno spicchio
  • Vino bianco secco, mezzo bicchiere
  • Erba cipollina fresca 

Preparazione

  • Iniziamo con la pulizia dei funghi chiodini: tagliate la parte più coriacea dei gambi, spolverateli delicatamente con un pennello da cucina per eliminare eventuali residui di terra, dopodiché tuffateli in acqua a bollire per 15 minuti, togliendo la schiuma con una schiumarola. A fine cottura scolateli e versateli in padella con un filo generoso di olio extra vergine e uno spicchio d’aglio, al quale avrete tolto l’anima (incidete lo spicchio dividendolo in due, ed eliminate il germoglio verde, è proprio quello che rende l’aglio indigesto). Fate soffriggere il tutto a fuoco moderato per 6 / 7 minuti, dopodiché sfumate con il vino bianco, alzate la fiamma e fate cuocere fino a che non sarà assorbito quasi del tutto il vino. Spegnete e tenete da parte.
  • Procedete con la cottura della polenta: mettete a bollire 750 ml di acqua con una presa di sale grosso, appena bolle versate la farina di mais a pioggia, mescolando con una frusta (sempre nella stessa direzione mi raccomando), fino ad ottenere la giusta consistenza della polenta, ci vorrà qualche minuto. Una volta ottenuta, trasferitela in una scodella e lasciatela intiepidire. 
  • Una volta tiepida, potete aggiungere la farina, le due uova, il parmigiano e la noce moscata. Iniziate ad impastare, rovesciando il tutto su un piano da lavoro infarinato, fino ad ottenere un panetto di impasto morbido e compatto. Lasciate riposare il panetto di impasto per 15 minuti, quindi iniziate a realizzare gli gnocchi: organizzatevi con un vassoio grande spolverato di farina di semola, dove andrete ad adagiare man mano gli gnocchi preparati. Tagliate un pezzo di impasto, arrotolatelo con le dita formando un cordone, un serpentello, dopodiché con un coltello o un tarocco, tagliate gli gnocchi, di grandezza piccoli o medi a seconda del vostro gusto personale. Man mano che li preparate, spolverateli di farina e adagiateli sul vassoio. Quando avrete terminto, copriteli con un canovaccio di stoffa e dedicatevi alla preparazione della fonduta. La fonduta di taleggio e funghi si prepara velocemente, quindi nel frattempo vi consiglio di mettere a bollire l’acqua per cuocere gli gnocchi, e di tagliare un po’ di erba cipollina con le forbici, da tenere da parte per la decorazione dei piatti. 
  • Scansate 100 g di funghi circa per la decorazione dei piatti, il resto mettetelo in un mixer insieme ad un filo di olio extra vergine, un cucchiaio di parmigiano e metà del taleggio privato della sua buccia. Frullate alla massima velocità fino ad ottenere una crema. Versate questa crema in una padella anti aderente, unite il restante taleggio con il latte, e fate sciogliere tutto a fiamma bassa, mescolando spesso con un cucchiaio di legno, quindi spegnete la fiamma.
  • Nel frattempo appena l’acqua bolle, tuffatevi un po’ alla volta gli gnocchi di polenta, man mano che tornano a galla scolateli con una schiumarola e trasferiteli in una scodella capiente. Una volta che li avrete scolati tutti, prendete un mestolo di acqua di cottura e unitelo alla fonduta, mescolando bene fino a renderla nuovamente ben cremosa, quindi unite gli gnocchi nella padella e amalgamate velocemente. Oppure se preferite, versate un mestolo di fonduta sul fondo di ogni piatto, e versate sopra gli gnocchi. 
  • Una volta impiattati gli gnocchi ben caldi, decorando ogni piatto con una manciata leggera di funghi chiodini (quelli messi da parte) e un pochino di erba cipollina. Buon appetito!

 

Gnocchi di polenta con fonduta di taleggio e funghi
Gnocchi di polenta con fonduta di taleggio e funghi

 

Segui tutte le novità del blog anche sulla pagina facebook Noce Moscata©

Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Noce Moscata©

 

Precedente Cannoli di sfoglia con mousse al salmone Successivo Vellutata di carote

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.