Gnocchi alla norma con ricotta salata e caciocavallo

In Italia si mangia bene ovunque, questo è un dato di fatto… ma io ho un debole per la cucina siciliana, fatta di passione e tradizione, con piatti vissuti che raccontano tutto il sapore e la bellezza di un isola senza tempo! E così in un attimo, mi ritrovo davanti allo scaffale del supermercato, con in mano il Sugo alla Norma della fiorfiore coop, prodotto da Conserve di Sicilia Giuseppe Rosso, un nome e una garanzia assoluta, per dei prodotti assolutamente privi di conservanti e totalmente naturali, nel rispetto della vera tradizione siciliana: polpa fine di pomodoro, melanzane, basilico fresco, cipolla, aglio, olio e sale, tutto racchiuso in una salsa dal gusto incomparabile. Passaggio successivo: cosa preparare con questa delizia? Gnocchi di semola è stata la mia risposta! Semplici e veloci da fare, che ho arricchito con un tocco di ricotta salata grattugiata e dei tocchetti di caciocavallo affumicato. UNA DELIZIA PER IL PALATO! Provare per credere 😉

 

Gnocchi alla norma con ricotta salata e caciocavallo
Gnocchi alla norma con ricotta salata e caciocavallo

 

Gnocchi alla norma con ricotta salata e caciocavallo

Ricetta

Ingredienti per 4 persone

Per gli gnocchi:

  • Farina di semola rimacinata di grano duro, 500 g 
  • Acqua, 500 ml
  • Sale fino, un pizzicotto
  • Altra farina di semola per spolverare il piano da lavoro e i cordoni di impasto (120 g circa)

Per il condimento:

  • Sugo alla Norma fiorfiore coop, due barattoli
  • Ricotta salata, 50 g
  • Caciocavallo affumicato, 120 g
  • Basilico fresco, qualche foglia

 

Preparazione

  • Mettete a bollire l’acqua in una casseruola bassa e larga con un pizzicotto di sale fino, appena inizieranno a vedersi le prime bolle, tuffate la farina e mescolate velocemente con un mestolo di legno, scansando la pentola dal fornello. 
  • Appena la farina avrà assorbito l’acqua, formando dei grandi fiocchi, rovesciate l’impasto bollente sul tavolo da lavoro, sarà ovviamente composto da grandi bricioloni, che starà a voi compattare, iniziando ad impastare. Fate intiepidire un pochino prima, ma non troppo! Questa è l’unica “fatica” richiesta: scottarsi le mani 😀 magari aiutatevi con dei guanti usa e getta, ma vi assicuro che se farete delicatamente e un po’ alla volta, non ci sarà molto da soffrire! Dopo pochissimi minuti avrete già ottenuto un impasto morbido e liscio, formate la palla o un panetto, spolverate di farina il tavolo e iniziate a preparare gli gnocchi.
  • Sistemate accanto a voi un grande vassoio coperto da un canovaccio, spolverato di farina anch’esso (vi consiglio di tenere il sacchetto di farina a portata di mano), quindi tagliate l’impasto a fette spesse circa 2 cm, e stendetele con le dita per formare un cordone, spolveratelo di farina e con un coltello a lama liscia (o un tarocco), tagliate i vostri gnocchi. Potete lasciarli così, o dargli la classica forma allungata o rigarli con l’apposita tavoletta. 
Gnocchi alla norma con ricotta salata e caciocavallo
Gnocchi alla norma con ricotta salata e caciocavallo
  • Man mano che preparate gli gnocchi, adagiateli sopra il canovaccio sul vassoio, una volta terminato il primo strato, spolverateli per bene di farina, adagiate un’altro canovaccio, spolveratelo di farina e proseguite. 
  • Una volta terminato, fate riposare gli gnocchi per mezz’ora prima di cuocerli. Nel frattempo tagliate a dadini il caciocavallo e grattugiate la ricotta salata, tenete da parte. Ora tuffate gli gnocchi nell’acqua bollente salata; ricordatevi che come per tutta la pasta fresca, saranno cotti quando inizieranno a venire a galla. Scolateli man mano che tornano su, con una schiumarola, trasferendoli nella padella dove avrete versato il sugo alla norma.
  • Accendete la fiamma sotto alla padella, tenendola bassa, amalgamate gli gnocchi al sugo mescolando per bene, quindi sparpagliate con i dadini di caciocavallo, che a contatto con il calore fonderà presto. Spegnete e unite qualche foglia di basilico, dopodiché impiattate subito i vostri gnocchi alla norma, spolverate ogni piatto con della ricotta salata grattuggiata, e gustateli, caldi e filanti! 

 

Segui tutte le novità del blog anche sulla pagina facebook Noce Moscata©

Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Noce Moscata©

Precedente Penne con cipolle rosse di tropea Successivo Tonno fresco scottato su mattonella di sale di Cervia

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.