Ciambella al pesto genovese

E’ ufficialmente arrivata la bella stagione, e con essa le gite fuori porta, le scampagnate e gli allegri picnic, ma anche pranzi e cene in giardino o in terrazzo, con amici e parenti, e le idee non sono mai troppe! Per questo vi lascio una ricetta golosa e profumata: la ciambella al pesto! Semplice da realizzare, soffice e umida al punto giusto, sentirete che delizia e vedrete che successo. Per fare il pesto vi consiglio il metodo classico nel mortaio (spiego il procedimento nella preparazione), non usate il mixer, le lame surriscaldando brucerebbero le foglie del basilico; se proprio andate di fretta, compratelo già fatto che non c’è nulla di male!

Ciambella al pesto genovese
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    40 / 50 minuti
  • Cottura:
    35 minuti
  • Porzioni:
    4 / 6 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

Per il pesto

  • Basilico (fresco) 50 g
  • Pinoli 25 g
  • Parmigiano reggiano (grattugiato) 2 cucchiai
  • Pecorino romano (grattugiato) 1 cucchiaio
  • Aglio 1 spicchio
  • Olio extravergine d’oliva (circa) 70 ml
  • Sale grosso 1 pizzico

Per la ciambella

  • Farina 250 g
  • Uova 4
  • Zucchine (medie) 2
  • Latte 100 ml
  • Pecorino romano (grattugiato) 1 cucchiaio
  • Pinoli 25 g
  • Lievito istantaneo per preparazioni salate 1 bustina
  • pepe (facoltativo) q.b.
  • burro e farina (per lo stampo )

Preparazione

  1. Ciambella al pesto genovese
    • Sbucciate l’aglio, privatelo del germoglio interno (detto anche “anima”), e iniziate a pestarlo nel mortaio con un pizzico di sale grosso. Unite i pinoli,  il parmigiano e il pecorino, aggiungete un filo d’olio mentre continuate a pestare, e infine le foglie di basilico, poche alla volta. L’olio è importante versarlo a filo poco alla volta, quando vedete che il composto asciuga e ne ha bisogno, unite e continuate a pestare (con un po’ di pazienza), fino ad ottenere la classica crema del pesto genovese. Se non avete voglia o tempo, potete acquistare il pesto già fatto, nel classico barattolino (oppure fresco nei banchi della gastronomia, circa 180 g)
    • Ora iniziamo a fare l’impasto per la ciambella: grattugiate le zucchine con la grattugia a fori grossi, oppure frullatele velocemente nel mixer senza ridurle in polpa, a bassa velocità, deve restare un composto grossolano.
    • In una scodella sbattete le uova con il latte, unite il pesto, il pecorino, un pizzico di sale e di pepe, e amalgamate con cura. Aggiungete le zucchine grattugiate o tritate, la farina setacciata insieme al lievito, e mescolate bene fino ad ottenere un composto liscio.
    • Imburrate e infarinate uno stampo per ciambelle (24 / 26 cm di diametro), versate l’impasto al suo interno, quindi sparpagliate i pinoli sulla superficie, insieme (se gradite) a qualche granello di pepe fresco.
    • Infornate a forno preriscaldato, a 175 /180 gradi, per 30 / 35 minuti. Ogni forno è diverso, quindi vi consiglio sempre la prova dello stecchino (quello lungo da spiedino), trascorsi i 30 minuti infilzatelo nel mezzo, se esce asciutto la ciambella è cotta, se esce troppo umido, serve ancora qualche minuto.
    • Sfornate, lasciate freddare perfettamente, togliete delicatamente dallo stampo la vostra ciambella al pesto, e gustate!
    1. Segui tutte le novità del blog anche sulla pagina facebook Noce Moscata food blog©
    2. Copyright ©  All Rights Reserved Noce Moscata food blog©

Precedente Lasagne al pesto genovese e prosciutto cotto Successivo Fusilli al ragù di mare

2 commenti su “Ciambella al pesto genovese

  1. alice il said:

    ciao, ma l’impasto può ricordare un po’ quello di una frittata, cioè a livello di gusto e consistenza la presenza di uova si avverte molto?

    • nocemoscata il said:

      Ciao Alice, l’impasto è esattamente come quello di un ciambellone,solo che invece di essere dolce è salato…la frittata non c’entra nulla.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.