Cacio e pepe

La cacio e pepe è una tra le più famose e storiche ricette della tradizionale cucina povera romana, dopo avervi raccontato la Griciala Carbonara e l’ Amatriciana, è ora il turno di questo grande classico. La cacio e pepe  affonda le radici in secoli di storia, risalendo fino ai pastori del centro Italia che, restando molto tempo lontano da casa, portavano con loro ingredienti facili da poter mantenere e molto sostanziosi, come il cacio, la pasta secca e il pepe. La semplicità della cacio e pepe sta proprio negli ingredienti, che devono essere assolutamente di qualità, come il pecorino romano DOP e il pepe nero macinato fresco, il resto del capolavoro lo fa l’acqua di cottura degli spaghetti, e il calore stesso della pasta: amalgamando con cura si scioglierà tutto sino a formare una saporita crema. La cacio e pepe va impiattata calda e servita subito, il formato tradizionale sono gli spaghetti, una possibile variante i tonnarelli. 

 “…la razione quotidiana di pecorino dei legionari romani era di un’oncia, che aveva la funzione di ridurre fortemente la fatica.”   -Virgilio-

 

Cacio e pepe
Cacio e pepe

 

Cacio e pepe

Ricetta 

 

ingredienti per 4 persone

  • Spaghetti 500 g
  • Pecorino romano DOP 200 g
  • Pepe nero macinato fresco, in abbondanza
  • Acqua di cottura, un mestolo

Preparazione

  • Mettete a bollire il tegame con l’acqua, versando una manciata leggera di sale grosso (poco, il pecorino è già molto saporito)
  • Prendete una padella capiente, oppure una scodella grande dai bordi alti, grattate il pecorino e versatelo dentro, aggiungendo una ricca e abbondante macinata di pepe nero, siate generosi. Mescolate con un cucchiaio.
  • Scolate gli spaghetti con un forchettone direttamente nella padella o nella scodella, unite un mestolo di acqua di cottura e amalgamate velocemente, il calore della pasta scioglierà il formaggio creando una saporita cremina, ovvero il favoloso condimento della cacio e pepe. Non serve ripassarla in padella, basta il calore stesso della pasta a fondere tutto. 
  • Tenete da parte l’acqua di cottura degli spaghetti, se dovesse sembrarvi troppo asciutta potete unire un altro mezzo mestolo. 
  • Impiattate velocemente, per gustarla caldissima e non farla rapprendere. Buon appetito! 

Segui tutte le ricette e le novità del blog anche sulla pagina facebook NOCE MOSCATA

Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Noce Moscata

Precedente Torta al cioccolato e whisky Successivo Sfogliatine cipolla e pecorino

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.