Risotto con crema di spinaci, speck croccante, mele caramellate e fonduta di stracchino

Il risotto con crema agli spinaci è un classico della cucina italiana, cremoso e profumato. Questo fantastico risotto si può arricchire con molti ingredienti per renderlo più particolare. Provate questa versione e fatemi sapere cosa ne pensate.

Se vi piacciono le mie ricette e vi fa piacere seguitemi su Instagram (QUI)

Scopri la mia pagina Facebook e resta sempre aggiornato su nuovi contenuti (QUI)

LEGGI ANCHE:

Risotto con crema di spinaci, speck croccante, mele caramellate e fonduta di stracchino.
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

PER RISOTTO:

– 350g di riso carnaroli

– 1 litro di brodo vegetale

– olio extra vergine di oliva q.b.

– 1 scalogno

– 200g di speck a fette

– 30g di burro ghiacciato

PER CREMA AGLI SPINACI:

– 1kg di spinaci freschi

– sale q.b.

– olio extra vergine di oliva q.b.

– uno spicchio di aglio

– peperoncino q.b.

PER MELE CARAMELLATE:

– 1 mela

– 2 cucchiaini di succo di limone

– zucchero di canna q.b.

PER FONDUTA DI STRACCHINO:

– 100g di stracchino

– 50g di latte

Passaggi

VEDIAMO COME PREPARARE QUESTO DELIZIOSO RISOTTO CON CREMA DI SPINACI, SPECK CROCCANTE, MELE CARAMMELATE E FONDUTA DI STRACCHINO.

PASSAGGI PER RISOTTO

PREPARAZIONE CREMA AGLI SPINACI

– Per prima cosa iniziamo dalla pulizia degli spinaci: laviamo le foglie sotto abbondante acqua fresca, scartiamo le foglie rovinate e tagliamo i gambi.

– In una padella versiamo dell’olio di oliva, aggiungiamo l’aglio e del peperoncino; facciamo soffriggere per qualche minuto. Dopo aver asciugato molto bene gli spinaci mettiamoli in padella, aggiungiamo un filo di acqua e portiamo a cottura coprendo con coperchio. Saliamo e pepiamo a nostro piacere.

– Con l’aiuto di un frullatore ad immersione realizziamo la crema di spinaci, se la troviamo troppo densa possiamo aggiungere un po’ di acqua o olio di oliva.

FONDUTA DI STRACCHINO

– In un pentolino a fuoco bassissimo versiamo il latte, cominciamo a mescolare con l’aiuto di una frusta ed aggiungiamo lo stracchino tagliato a pezzetti piccoli. Continuiamo a mescolare fino a sciogliere completamente lo stracchino e facciamo ridurre la salsa.

-Per controllare se la salsa è della consistenza giusta, prendiamo un cucchiaino ed immergiamolo nella salsa. Se il cucchiaino risulta velato la salsa sarà pronta da servire.

MELA CARAMMELATA

– Sbucciamo la mele, priviamola del torsolo e tagliamola a pezzettini.

– Prendiamo una padella, aggiungiamo i pezzettini di mela, il succo di limone e lo zucchero. Copriamo con coperchio e lasciamo cuocere girando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno per ottenere una cottura perfetta.

– La mela deve essere bella dorata e morbida.

COTTURA E IMPIATTAMENTO RISOTTO

COTTURA RISOTTO E SPECK

– Tritiamo finemente lo scalogno ed aggiungiamo un filo di olio in casseruola. Lasciamolo sciogliere delicatamente aggiungendo brodo per non fare bruciare il tutto.

– Mettiamo il riso e facciamolo tostare per bene, sfumiamo con il vino bianco a temperatura ambiente, lasciamo evaporare l’alcool e cominciamo la cottura aggiungendo brodo ogni qual volta il riso lo chiede.

– Nel frattempo, cuciniamo le fettine di speck a fuoco basso in padella. Una volta raggiunta la cottura togliamole e lasciamole seccare.

– A pochi minuti dalla fine della cottura, versiamo la crema di spinaci e procediamo finché il riso non sarà pronto. Togliamo il risotto dal fuoco e mantechiamo il tutto con del burro ghiacciato.

– Procediamo adagiando il riso a specchio sul piatto, spezzettiamo le fettine di speck e adagiamole sul risotto insieme alla mela caramellata e alla fonduta di stracchino.

Risotto con crema di spinaci, speck croccante, mele caramellate e fonduta di stracchino.

Consigli

Per un ottimo risotto il brodo deve essere sempre in ebollizione, è fondamentale per non bloccare la cottura.

Usate sempre il burro ghiacciato per la mantecatura, causerà uno shock termico facendo gonfiare i chicchi del vostro risotto.

Per un brodo più saporito tagliate a metà la cipolla e fatela tostare sul fondo della casseruola che userete; sentirete la differenza.

Nel caso la vostra fonduta risulti troppo liquida potete aggiungere un pizzico di maizena per ridurla.

Conservazione

Potete conservare il vostro risotto in frigo per un massimo di due giorni, ma per una resa ottimale vi consiglio di assaporarlo subito.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!