Pane fatto in casa con lievito madre

Il pane fatto in casa con lievito madre che soddisfazione! Molti, però, si pongono ancora molte domande: come farlo venire croccante fuori, a quale temperatura, come ottenere un interno morbido, quanto lievito? In questa ricetta vi darò tutte le dritte per realizzarlo nella maniera giusta. Pochi accorgimenti e otterrete un pane che ricorda il gusto vero del pane, quello che i nonni preparavano nel forno a legna ed inoltre, questo pane fatto in casa con lievito madre durerà nella vostra dispensa per una settimana… per cui raddoppiate le dosi 😉

pane+lievito+madre+pieghe

 

Pane fatto in casa con lievito madre

Ingredienti per 2 pagnotte:

  • 550 grammi di farina W 260 + per lo spolvero
  • 100 grammi di farina tritordeum
  • 160 grammi di lievito madre o licoli (lievito madre a coltura liquida)
  • 360 ml di acqua (metà del rubinetto e metà minerale)
  • 12 grammi di sale

Procedimento:

  1. Mettete le farine, il lievito e l’acqua in una ciotola, o meglio planetaria, impastate. Dapprima incorporando il lievito e poi, via via, impastando energicamente. Se utilizzate la planetaria, iniziate a velocità 1, per 2 minuti e poi a velocità 2, per un minuto.
  2. Unite il sale all’impasto e impastate ancora, a velocità 1 per un minuto e a velocità 2 per un altro minuto. Ovviamente se impastate a mano armatevi di pazienza e via di lavoro di braccia e polsi.
  3. Trasferite l’impasto su un piano e fate le pieghe a portafoglio (foto).
  4. Trasferite in un contenitore e riponete a lievitare nel forno spento per 2 ore. Trascorse le due ore ridate le pieghe all’impasto e lasciate lievitare ancora per 2 ore. In alternativa, potete riporre in frigo a lievitare per una notte dando solo una volta le pieghe, coprendo il contenitore con pellicola e sopra la pellicola un canovaccio..
  5. Se avete fatto lievitare in frigo, riportate a temperatura ambiente l’impasto per un paio di ore.
  6. Trasferite l’impasto su un piano infarinato e dividetelo in due, abbiate cura durante tutte le operazioni di non schiacciare con pressioni dall’alto verso il basso, la lievitazione ne verrebbe penalizzata. Date ai due panetti una forma a triangolo e poi arrotolate i triangoli, partendo dal lato grande. Otterrete due pagnotte. Infarinate la superficie delle pagnotte e praticate dei panetti dei tagli con un coltello affilato. Coprite con un canovaccio pulito e fate lievitare per un’ora.
  7. Preriscaldate il forno al massimo della potenza (250°) e, se la possedete, scaldate insieme anche una pietra refrattaria. In alternativa scaldate una leccarda. Ponete all’interno del forno un pentolino con acqua, il vapore favorirà la morbidezza e la cottura uniforme del pane.
  8. Infornate il pane per 30 minuti circa (la durata può variare a seconda del forno, abbassando la temperatura a 200° dopo 15 minuti.
  9. Sfornate il pane fatto in casa con lievito madre quando avrà un bel colore dorato e trasferitelo su una gratella a raffreddare, non abbiate fretta di tagliarlo.
pieghe a portafoglio
pieghe a portafoglio

Piaciuta la ricetta del pane fatto in casa con lievito madre? Avete qualche domanda da fare? Vi aspetto nella mia pagina Facebook ‘Nel tegame sul fuoco‘ per rispondere a tutti i quesiti.

 

Precedente Pizza con farina integrale alle zucchine e primo sale Successivo Crema al cioccolato senza lattosio e uova, velocissima

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.