Lasagne di magro in vasocottura

Leggere e gustose le lasagne di magro che oggi vi propongo. Le lasagne di magro altro non non sono che con ricotta e spinaci, in genere, nell’impasto, si mette almeno un uovo. Io per legarle e farle venire morbide aggiungo qualche cucchiaio di besciamella. Grazie alla cottura in vaso potremo gustarle cotte in sei minuti e con pochissimo condimento. Già, perché il vapore che si crea all’interno del vasetto le manterrà morbide, ma che dico? Morbidissime!

lasagne+ricotta+spinaci+vasocottura

Lasagne di magro in vasocottura

Ingredienti per 4 persone / vasetti:

  • 4 sfoglie di lasagna fresche
  • 400 grammi di spinaci (vanno bene quelli surgelati)
  • 200 grammi di ricotta vaccina fresca
  • 4 cucchiai di grana padano grattugiato
  • una presa di sale
  • pepe nero un pizzico
  • noce moscata
  • 4 cucchiaini di olio extra vergine di oliva

Per la besciamella:

  • 250 ml di latte parzialmente scremato
  • 25 grammi di farina
  • 25 grammi di burro
  • una presa di sale
  • noce moscata

Procedimento:

  1. Portate a bollore in una pentola dell’acqua leggermente salata, per scottare le sfoglie di lasagna.
  2. In una padella lessate gli spinaci in poca acqua e una presa di sale. Scolateli in un colapasta a maglie fitte e strizzateli bene, pressando con un cucchiaio. Lasciateli raffreddare.
  3. Nel frattempo preparate la besciamella: fate fondere il burro, aggiungete la farina e stemperatela con poco latte, mescolando con una piccola frusta. Aggiungete tutto il latte, salate, pepate e aromatizzate con la noce moscata grattugiata. Portate a bollore, sempre mescolando e spegnete.
  4. Preparate la farcia: versate gli spinaci in una ciotola, aggiungete la ricotta, 3 cucchiai di formaggio grattugiato, tre cucchiai di besciamella, aromatizzate con un pizzico di noce moscata e pepe e mescolate bene.
  5. Distribuite sul fondo dei vasetti la besciamella rimanente.
  6. Tuffate in acqua una sfoglia di lasagna, per ammorbidirla, prelevatela con un mestolo forato e trasferitela su un tagliere e dividetela in due con un coltello. (foto)
  7. Farcite ogni rettangolo con un bel cucchiaio di ricotta e spinaci e avvolgetelo come fosse un cannellone. Adagiate il fagottino nel vasetto e preparate anche l’altro. Condite i due fagottini con un cucchiaino di olio e una spolverata di formaggio grattugiato, pulite il bordo del vasetto, chiudetelo e agganciate.
  8. Fate cuocere le lasagne di magro in vasocottura: inserite il vasetto nel microonde, impostatelo a 800 Watt, per sei minuti e avviate. Nel frattempo dedicatevi a preparare gli altri vasetti.
  9. Estraete dal microonde il vasetto di lasagne con ricotta e spinaci, aiutandovi con un guanto da forno, e lasciate riposare per venti minuti. NON aprite il vasetto appena sfornato, così come non fareste con la pentola a pressione. Durante il riposo si creerà il sottovuoto, dandovi la possibilità di conservare per molti giorni in frigo le vostre lasagne.
  10. Al momento di servire, sganciate il fermo, inserite il vasetto nel microonde, programmate a 800 Watt e avviate per 3/4 minuti (se il vasetto è a temperatura ambiente). La spinta del vapore interno aprirà il tappo, dolcemente, e potrete servirle direttamente nel vasetto.

Consiglio: amate le lasagne con la crosticina croccante? Nessun problema! Basterà aggiungere un po’ di formaggio grattugiato sopra, al momento di servire le lasagne, e fiammeggiare con un cannello!

lasagne+microonde+vasetto

Piaciuta la ricetta? Vi aspetto nella mia pagina Facebook “Nel tegame sul fuoco” per un like. Se avete ancora dubbi in merito a questa tecnica, iscrivetevi nel gruppo dedicato alla vasocottura “Il mondo in un vasetto“, troverete me e i miei lettori,dove ci scambiamo idee e ricette!

Precedente Peperoni in agrodolce in vasocottura Successivo Ragù di verdure

4 commenti su “Lasagne di magro in vasocottura

    • neltegamesulfuoco il said:

      Ciao. No, la guarnizione consente lo sfiato del vapore in eccesso, i ganci non sono in metallo ma una lega che non crea problemi.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.