Finocchi e sedano sottòlio

Oggi vi propongo una conserva; i finocchi e sedano sottòlio con capperi e pepe in grani. In autunno, o in inverno, mi piace dedicarmi alle conserve, quando il tempo ci costringe a stare in casa e stare ai fornelli è un piacere. in frigo tante verdure invernali, nell’aria la musica della radio e tante ricette da anticiparsi per le feste. Quindi perché non proporre una conserva invernale, pronta per essere gustata anche quando le temperature saranno più miti.

Finocchi e sedano sottòlio

Finocchi e sedano sottòlio

Ingredienti per due vasetti da 300 grammi:

  • 3 finocchi freschi
  • 2 coste di sedano
  • un cucchiaio di capperi sotto sale
  • due spicchi di aglio
  • rametti di timo
  • pepe nero in grani
  • sale
  • mezzo litro di aceto (se volete dare un tocco rosato alle verdure utilizzate aceto di vino rosso)
  • mezzo litro di vino bianco secco
  • olio extra vergine di oliva
  • olio di semi di mais

Procedimento:

  1. Pulite i finocchi eliminando le barbine e le foglie esterne dure e macchiate. Divideteli in due e poi in  le metà in 4 o 6 fettine, a seconda delle dimensioni. Lavateli ed asciugateli.
  2. Pelate gli spicchi di aglio e trasferite uno spicchio in una padella, che abbia in dotazione il coperchio, unite 4 cucchiaio di olio evo, i finocchi, qualche grano di pepe e qualche rametto di timo. Salate i finocchi con una presa di sale e, coprite e fate cuocere per 10 minuti.
  3. Nel frattempo lavate e asciugate il sedano. Togliete dalla padella i finocchi e, nella stessa, unite 3 cucchiai di olio evo, l’altro spicchio di aglio, altri grani pepe, un rametto di timo e il sedano tagliato a tocchi, salate, coprite e fate cuocere per dieci minuti.
  4. Nel frattempo portate a leggero bollore, in una pentola, l’aceto, il vino bianco. Trasferite nella pentola i finocchi e il sedano, con tutto il fondo e gli aromi. Cuocetele per 5 minuti e spegnete. Scolate le verdure e lasciatele asciugare completamente. Io le ho lasciate una notte nello scolapasta, coprendole con un canovaccio.
  5. Quando le verdure saranno asciutte, dissalate sotto l’acqua corrente i capperi e asciugateli bene con carta assorbente.
  6. Sistemate il sedano e i finocchi nei vasi sterilizzati, alternandoli con i capperi, qualche rametto di timo fresco, e i grani di pepe. Sistemateli bene di modo che all’interno rimanga meno aria possibile. Ricoprite le verdure con gli oli, di semi e di oliva, nella stessa percentuale, chiudete e lasciate riposare per una notte.
  7. Il giorno dopo rabboccate l’olio, se il livello si è abbassato, lasciando scoperte le verdure. Chiudete e conservate i finocchi e sedano sottòlio in un luogo fresco e buio.

Dopo un mese di riposo potrete gustare una conserva di finocchi davvero gustosa e aromatica, ottima accompagnata ad arrosti, magari nei giorni di festa.

Vi è piaciuta ricetta? Vi è stata utile? Vi aspetto nella mia pagina Facebook Nel tegame sul fuoco per conoscere la vostra opinione!

conserva di verdure invernali

Precedente Pollo al Marsala con funghi Successivo Gnocchi al radicchio con speck e nocciole

2 commenti su “Finocchi e sedano sottòlio

  1. valeria il said:

    ciao, io sto facendo questa conserva di sedano e finocchi ma non è possibile mangiarla prima di un mese? cioè per Natale, visto che manca una settimana?
    grz ciao
    valeria

    • neltegamesulfuoco il said:

      Ciao Valeria. A dire il vero io l’ho mangiata dopo un paio di giorni che l’ho preparata, per cui puoi benissimo servirla a Natale. Colgo l’occasione per farti tanti auguri!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.